Il 18 dicembre al teatro Petruzzelli sarà presentata la 4 edizione de”Le strade di S.Nicola”

Posted on by Lucio Marengo

È stata presentata questa mattina la 4^edizione dello spettacolo di beneficenza e solidarietà organizzato dalla federazione “Le strade di San Nicola”. All’incontro con la stampa sono intervenuti il sindaco di Bari Antonio Decaro, l’assessora al Welfare Francesca Bottalico e i rappresentanti delle associazioni che hanno aderito al progetto.Tra questi, il presidente della Fondazione “Le strade di San Nicola”, Lorenzo Moretti, il tesoriere Francesco Partipilo, il direttore artistico Michelangelo Busco e l’autore e regista Fabiano Marti.Lo spettacolo di quest’anno, che andrà in scena al Teatro Petruzzelli lunedì 18 dicembre, prende una “strada” nuova. Sarà, infatti, un’edizione “Smile”: con la conduzione di Mauro Pulpito e Barbara Cirillo sul palcoscenico si alterneranno la Rimbamband, Pino e Gli Anticorpi, Chicco Paglionico, Dino Paradiso, Nicola Calia, Flavio Oreglio, Gene Gnocchi e Rocco Ciarmoli.Il progetto nasce sotto la spinta della federazione, che raccoglie fondazioni e associazioni pugliesi impegnate nel mondo della solidarietà (Associazione Italiana Persone Down Bari, Bari Young Onlus, Fondazione “Ciao Vinny” Onlus, Genitori in campo, Intesa Bari Clipper, Little Smile Onlus, Fondazione Maria Rossi Onlus, Associazione Marcobaleno, Medici con l’Africa Cuamm Bari, Ordine Forense Bari Onlus), costituitasi eccezionalmente per un comune scopo benefico che porta il nome della manifestazione stessa, “Le Strade di San Nicola”.“In questi anni – ha spiegato Lorenzo Moretti – abbiamo realizzato dieci progetti cercando di coinvolgere i più deboli della nostra città, dai bambini ai diversamente abili. Progetti a lungo termine che continuano a essere punti di riferimento della città”.“Sono orgoglioso di presentare questa iniziativa – ha detto Antonio Decaro – che pian piano, anno dopo anno, cresce sia per il numero  di associazioni e sia per gli ospiti coinvolti. Da quando sono diventato sindaco ho capito ancora meglio l’importanza della collaborazione tra l’amministrazione comunale e le associazioni del territorio, le scuole, le parrocchie, tutte realtà indispensabili per mantenere coesa una comunità.. Per sostenere le associazioni, utilizzeremo una parte dei fondi del PON Metro e del POC Metro, due finanziamenti che abbiamo ottenuto in quanto capoluogo di regione e di Città metropolitana. In questa circostanza mi fa piacere ricordare una frase che mi ha  particolarmente  colpito pronunciata da Papa Francesco nel corso di un incontro con i sindaci di tutta Italia: “questo non è il momento di alzare torri  per guardare lontano, ma di allargare la piazza per includere tutti”, e credo sia questo lo scopo di tante associazioni che lavorano a Bari e delle realtà che partecipano alle Strade di san Nicola. Grazie ai finanziamenti, potremo ad esempio concedere alcuni beni pubblici, per i quali abbiamo approvato un regolamento che non prevede spese per le associazioni. Nel passato recente, abbiamo reso disponibili immobili come villa Roth, la caserma Rossani e un ex scuola media a San Pio, che è stata affidata a persone che pure l’avevano occupata abusivamente. Questi ragazzi hanno frequentato un corso di formazione gestito dall’ANCE, l’associazione dei costruttori edili, e dodici di loro diventati operai specializzati, mentre due sono stati assunti da un’impresa del territorio. E l’ex scuola, riqualificata, è diventata la sede dell’associazione che hanno costituito. Questo è un esempio di quello che può realizzare l’amministrazione comunale collaborando con le associazioni e con i cittadini che hanno voglia di dare una mano a questa città. Nei prossimi mesi, proveremo anche a semplificare ulteriormente i passaggi burocratici per avviare bandi pubblici che finanzino le associazioni che faranno attività culturale e sociale coinvolgendo interi quartieri della città”.“Da responsabile del welfare – ha aggiunto Francesca Bottalico – nonché rappresentante della rete territoriale, ringrazio le associazioni per l’impegno e la professionalità che dimostrano negli interventi che effettuano ogni giorno per rispondere alle necessità effettive rappresentate dal territorio. Quest’anno abbiamo lanciato un nuovo progetto: l’abbiamo chiamato “la bottega dell’inclusione e della creatività” per un evento che si basa soprattutto sulla speranza, perché portare gioia significa infondere speranza e fiducia nel prossimo: il progetto investe sui talenti e sulle potenzialità dei soggetti più deboli, attraverso la creazione di una bottega artigianale e artistica che prelude all’attivazione di un corso di formazione e, soprattutto, di un percorso socio-lavorativo, nella speranza che possa trasformarsi in una vera e propria cooperativa di produzione e lavoro.Inizieremo nel centro Servizi per le Famiglie appena inaugurato a Carbonara, con l’idea di allestire uno spazio dotato di attrezzature e strumenti che favoriscano il riciclo dei materiali. Tra l’altro, annoveriamo una piccola ma significativa esperienza maturata a San Pio, dove le donne del quartiere realizzarono piccole bomboniere contro le mafie. Obiettivo dell’amministrazione è estendere queste esperienze puntando sull’entusiasmo delle nuove generazioni e, l’anno prossimo, ci auguriamo di presentare un nuovo logo e un nuovo prodotto”.Di seguito, in sintesi, i progetti cui saranno destinati i fondi raccolti nel corso della manifestazione.Un piatto per tutti“Un piatto per tutti” è un progetto semplice e ambizioso che porterà attraverso la sensibilità di sponsor del settore, all’acquisto di 5 mila chili di pasta destinati ad Istituti minorili ed a mense per i poveri della Provincia di Bari. Una risposta rapida ai bisogni primari di chi non ha tempo per aspettare.Ciao vita!Il progetto, promosso dalla Fondazione Ciao Vinny Onlus, prevede la formazione di circa 2000 cittadini baresi che impareranno a saper riconoscere un arresto cardiaco e a saper eseguire un massaggio cardiaco nell’attesa dei soccorsi.I corsi avverranno nelle piazze di tutti i municipi della nostra città. La finalità è quella di accrescere il numero di “angeli” che camminano per le nostre strade. Mai in fuorigiocoIl progetto, proposto dall’Asd Intesa Sport Club, prevede il recupero di 30 ragazzi che vivono situazioni di disagio, segnalati dai servizi sociali del Città di Bari. Gli stessi saranno tesserati presso la F.I.G.C, seguiranno le sedute di allenamento, integrandosi con il resto del gruppo. Durante i laboratori didattici, verrà realizzato un corso di fotografia che terminerà con la realizzazione della mostra “Mai in fuorigioco”, sui temi dell’integrazione sociale.La bottega dell’inclusione e della creativitàLaboratori artigianali e artistici per l’attivazione di percorsi creativi e inclusivi, attraverso riuso creativo di materiali, finalizzati al reinserimento di donne e giovani con disagio sociale e all’attivazione di comunità solidali. Il progetto è in rete con l’Assessorato al Welfare del Comune di Bari.Sarà possibile acquistare i biglietti per lo spettacolo al Caffè Murat (via Argiro – Bari) e su www.bookingshow.it  e in tutti i punti autorizzati dal circuito.La federazione “Le strade di San Nicola”Un gruppo di associazioni e fondazioni cittadine, da cinque anni, ha lanciato una sfida senza precedenti: un sogno comune da realizzare tutti insieme al grido di solidarietà. E’ nata così la Federazione “Le Strade di San Nicola”, un ambizioso progetto condiviso che prende corpo nella creazione di un evento ogni anno unico ed irripetibile orientato al raggiungimento di un obiettivo solidale, sempre diverso in ogni edizione. Sino ad oggi, hanno scelto di far parte de“Le Strade di San Nicola”: Associazione Italiana Persone Down Bari, Bari Young Onlus, Fondazione “Ciao Vinny” Onlus, Genitori in campo, Intesa Bari Clipper, Little Smile Onlus, Fondazione Maria Rossi Onlus, Associazione Marcobaleno, Medici con l’Africa Cuamm Bari, Ordine Forense Bari Onlus.

About the Author