I porticati dei C.so Italia a Bari trasformate in dormitori

Posted on by Lucio Marengo

Quartiere Libertà: incrementano i posti del “Dormitorio” all’aperto sotto le arcate della FAL in Corso Italia. I cittadini sono costretti, soprattutto donne e bambini, quotidianamente ad atti osceni (bisogni all’aperto) da parte degli occupanti delle “baraccopoli”. Sindaco Decaro, Assessori, Consiglieri Comunali, Presidente e Consiglieri del I° Municipio, Polizia Municipale dove siete? VERGOGNA!!!!!Ancora una volta Luigi e Michele Cipriani, dirigenti del Movimento Riprendiamoci il Futuro, denunciano il noto stato di degrado e abbandono in cui versa l’intero isolato in C.so Italia, tratto Via Trevisani – Via Manzoni.Tale VERGOGNA persiste da tempo immemore a solo 200 mt. dalla stazione centrale di una città Capoluogo.Questa vergognosa situazione è stata in più circostanze denunciata all’Amministrazione Comunale da parte degli scriventi. Risultato? NULLA!!!!!

A questo punto ci viene il sospetto che il dormitorio-baraccopoli di fortuna continuerà ad allargarsi tanto che sembra ormai “ISTITUTIONALIZZATO”.La presenza di queste “baraccopoli” realizzate con cartone e strisce di legno oltre che ledere il decoro urbano costringono i residenti, soprattutto donne e bambini, che si affacciano sui balconi, ad assistere ad atti osceni in quanto i bisogni che gli stessi immigrati li fanno all’aperto.I residenti sono sempre più esasperati tanto che a breve potrebbero verificarsi problemi di ordine pubblico.

 

Luigi e Michele Cipriani

About the Author