Alla Fiera del Levante Decaro parla di parchi di quartiere

Posted on by Lucio Marengo

Stamani facevo zapping sull’autoradio e giunto sulla frequenza di Radiobari ho ascoltato il discorso di Decaro e di Ambrosi in occasione dell’inaugurazione della Fiera del Levante. Decaro ha incentrato il discorso sui parchi di quartiere e sui ringraziamenti ricevuti da una signora perchè grazie ad uno di essi aveva conosciuto un inquilina del suo stesso palazzo , dove evidentemente non si sono mai svolte riunioni di condominio. Ha omesso che a Iapigia in via Suglia a pochi metri dal comando della Polizia Municipale , il parco appena realizzato è stato vandalizzato, le giostrine già cannibalizzate, il verde in piena sofferenza per mancata manutenzione. Poi è stata la volta del Presidente della Campionaria Ambrosi che in perfetto accento barese ha letto un discorso non pronunciando le finali : la Fiera del Levante diventava Fiera del Levà… ed espressioni SPIN OFF, di cui dubito conosca il significato, fioccavano. Ero appena giunto a casa ed ho sentito l’esordio del discorso di Emiliano che disegnava un quadro catastrofico della realtà economica pugliese dopo quindici anni di governo di sinistra centro della Puglia. Ho spento l’autoradio e ciò che una volta erano proclami di politiche di sviluppo, quanto meno letti da chi la mattina fa colazione e non si nutre di finali, poco rimpianti perchè infarciti di impegni non mantenuti, ti inducono a pensare che la classe politica ed imprenditoriale ha poche idee confuse e scarsa progettualità, visto che guarda indietro non avendo una prospettiva. Dal lato culturale non ne parliamo vista la pochezza degli argomenti e la dizione. Senza vergogna nessuno osa dir loro di farsi da parte. La coorte di clientes ieri come oggi ha applaudito ed hanno esclamato “Brà”.

                                              Leonardo Damiani 
 
About the Author