In Italia succede tutto per caso, anche il fallimento delle FSE

Posted on by Lucio Marengo
L’articolo dell’altro ieri sui collegamenti tra i due diversi casi, Ferrotramviaria e Ferrovie Sud est, pare abbia riscosso parecchi consensi. Segno che i nostri lettori hanno il desiderio di conoscer «l’altra verità» che in questi anni abbiamo sempre cercato di svelare. Abbiamo letto ieri che la stampa locale  si è intestata la paternità di avere disvelato per prima, e per caso … lo scandalo (che allo stato è solo una ipotesi). In verità noi non crediamo che nulla, nel nostro Paese, nasca «per caso». Anche il ponte Morandi di Genova qualcuno sostiene sia crollato per caso. Se proprio dobbiamo comprendere e soprattutto far comprendere, l’origine della crisi di FSE occorre addirittura risalire al 2012 quando cioè la regione Puglia, si rifiutò di prendersi la società di trasporto  disattendendo il  Decreto-legge 22 giugno 2012 n. 83 che recava «misure urgenti per la crescita del Paese» e che prevedeva l’attivazione delle procedure per il trasferimento della proprietà delle Ferrovie del Sud Est dallo Stato alla Regione Puglia. Il perché è presto detto. L’ex assessore Minervini si era opposto al passaggio, se prima il ministero dei trasporti, proprietario unico di FSE, non avesse sottoscritto l’accordo transattivo con la regione, riguardante il credito vantato dalle Fse nei confronti della Regione Puglia pari a 130 milioni di euro. L’ingente credito (che oggi si sostiene essere un credito inesistente e quindi un falso in bilancio) era stato invece certificato anche dalla Corte dei conti: «[…] Ferrovie della Calabria S.r.l. e Ferrovie del Sud Est e Servizi automobilistici S.r.l. versano in uno stato di grave difficoltà finanziaria, visibilmente sintetizzabile nella rilevante entità dei crediti non riscossi vantati dalle società nei confronti sia del Ministero che delle Regioni, che ne avrebbero dovuto acquisire la proprietà fin dal 1997. Ferrovie del Sud Est e servizi automobilistici S.r.l., vanta crediti nei confronti della Regione Puglia per circa 120 milioni di euro […] Il protrarsi della situazione di incertezza che si è creata a causa della mancata acquisizione da parte delle Regioni della proprietà sociale delle società, ha aggravato la criticità finanziaria delle due società con effetti diretti sul conto economico ma potenziali anche sulla stabilità sociale» (Relazione sul rendiconto generale dello Stato, 27/6/2013). 
La guerra al calor bianco tra Minervini e Fiorillo arrivò poi ai massimi livelli quando la regione decise, nel luglio 2012, di affidare alla Deloitte una revisione contabile (due diligence) dopo che FSE aveva creato pegno a favore di BNL su tutti i crediti rivenienti da corrispettivi del Contratto di Servizio con laRegione Puglia. La cosa a quanto pare non passò inosservata!In una nota dell’8 novembre 2012 la Regione Puglia  comunica ufficialmente al Ministero la rinuncia all’acquisizione di FSE evidenziando «che dietro il probabile ostruzionismo [ndr: alla effettuazione della due diligence] della società si possa nascondere una situazione finanziaria più disastrosa delle previsioni».  Da notare l’affermazione di un probabile ostruzionismo… Probabile?? Non v’è dubbio che la regione sapesse già nel 2012 (e forse anche prima) che la FSE si trovasse in una situazione di grave crisi finanziaria. Ma né la regione né il Ministero si sono preoccupati.  C’è voluta … la stampa locale  due anni dopo per risolvere il problema…  Davvero inspiegabilmente il ministero – che oggi si è addirittura costituito parte civile nel processo – non portò i libri in Tribunale già sei anni fa. Del resto quello stesso ministero è stato recentemente definito dal governatore della Liguria un colabrodo. Ma si sa il sistema assolve sempre se stesso con servomeccanismi autoassolutori e con i mezzi più disparati, utilizzando più o meno ignari giornalisti che per mezzo di più o meno scoop possano soffiare sul fuoco. Anche incolpando inermi cittadini che nulla c’entrano con le beghe di Palazzo. Lo abbiamo visto in decine e decine di casi. 
About the Author