49 milioni di euro di danni per l’abbattimento dei palazzi di punta Perotti, e il blocco dello sviluppo del lungomare sud di Bari

Posted on by Redazione Metropoli Notizie

Ero li circa dieci anni fa, davanti ad una lunga tavola imbandita mentre si stava per festeggiare un dramma vissuto con non poche polemiche. Ad un certo punto un grande botto e l’implosione dei manufatti  che erano stati costruiti dove le solite associazioni ambientaliste avevano sostenuto che deturpavano l’ambiente. Pare che da quelle parti erano diventati stanziali 6 cormorani ed una certa passera scopaiola citata da un famoso professore docente del politecnico. Ovviamente allaimplosione seguirono i festeggiamenti davanti  al volto raggiante dell’allora sindaco di Bari Michele Emiliano che se ne fece vanto e che forse avrebbe potuto mediare una diversa soluzione. A distanza di circa dieci anni la Giustizia europea aveva stabilitò un risarcimento danni ai costruttori e proprietari dei suoli. Un grande peccato ed il blocco di tutte le aspettative che prevedeva un recupero del lungomare sud di Bari lasciato in abbandono totale, teatro  di attività fiorenti di prostituzione,abusivismo. spaccio e deposito di rifiuti di ogni genere, sfasciacarrozze. Oggi a punta Perotti c’è un presunto parco petroso che non s sa che fine farà, ma sarebbe necessario che il sindaco Decaro andasse a rendersi conto delle condizioni di pericolo specie nel vicino lungo sottopasso già teatro di scongiurati incidenti. Dopo la ristrutturazione del lungomare nord, toccherà finalmente a quel tratto bellissimo di costa che va appunto da Punta Perotti al Camping S.Giorgio.

                                                                                                                                                                    Ogneram

About the Author