5000 posti letto nella sanità privata e convenzionata, peggiora quella pubblica

Posted on by Lucio Marengo

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ogni tanto inventano in termine giusto perchè sia sempre poca gente a dover capire. Giorni addietro preso il cup del policlinico di Bari molto affollato come sempre, un’anziana, purtroppo come me chiede di potersi sottoporre ad alcuni accertamenti diagnostici con tanto di richiesta del medico di base. L’impiegata sbircia su un registro e riferisce alla signora ottobre 2018. Ovviamente sempre l’anziana insiste: non si potrebbe fare prima, e di nuovo l’impiegata le dice: corto con l’intramoenia è possibile, e nuovamente la signora: e chi è questo intromonia? Il dialogo è andato più o meno così, ma il disagio della povera signora è stato notevole. La sanità pugliese, quella pubblica è in condizioni di vera precarietà perchè ci sono strutture ospedaliere che più o meno funzionano ed altra che non funzionano affatto, molte volte dipende dai mezzi e personale che mancano, ma è importante il “manico”, cioè il primario ospedaliero non universitario che si dedica con più umanità e le cose vanno meglio, ma è una realtà sporadica. Perchè nella sanità privata che poi è convenzionata, il personale rende meglio che in quella pubblica? Purtroppo di queste grandi falle nella sanità ospedaliera si notano solo quando si fanno esperienze personali che è successo al sottoscritto quando ha fatto in modo che sul quotidiano locale di Bari sono apparse le immagini di pazienti ricoverati nella sala d’aspetto del reparto di neurochirurgia dell’osp. Divenere, priva di servizi igienici., per non parlare della mancanza di personale L’impressione netta che si riceve è sempre la stessa, forse si lascia morire un ospedae per favorire una clinica privata. Anche in questo caso i responsabili se ci sono, sono comunque certi di farla franca e di godere di protezione.

About the Author