Amtab: sulle società di trasporti occorrerebbe Giustizia e non processi sommari

Posted on by Lucio Marengo

Riceviamo e pubblichiamo

Carissimo Direttore

Ho letto con interesse l’articolo pubblicato ieri su Metropoli Notizie in relazione alla grave situazione della Amtab. Il fatto ha suscitato in me un sentimento misto di disgusto e di grande preoccupazione in ordine alla situazione che si è venuta a creare a livello dell’intero sistema di trasporto locale a Bari e provincia. Ricordo bene il riferimento che taluni hanno inteso fare durante la prima udienza del processo alle Sud est di cui Lei direttore si è occupato quale unica voce fuori dal coro. Durante quella udienza è stato detto che senza i cosiddetti “truffatori”, le ferrovie del Sud est (società privata a partecipazione pubblica) a seguito dell’intervento commissariale e di poi quello di ferrovie dello Stato, avrebbe (il condizionale è d’obbligo) macinato utili a go go. Si parla di dieci milioni. È stato detto che proprio grazie alla rinnovata capacità manageriale le decotte ferrovie sono rinate a nuova vita. Ora, poiché il fatto deve essere tutto dimostrato nelle sedi competenti e poiché non è affatto chiaro che le FSE si trovassero davvero in decozione, e poiché il servizio a quanto pare fa letteralmente schifo (lo dicono gli utenti e la tante trasmissioni televisive) alla luce anche dei ricorsi alla Corte Europea circa la davvero opaca acquisizione da parte del monopolista FSI, forse i conti non tornano. E infatti se l’imprenditore evita di investire e potenziare il servizio di cui è responsabile, e soprattutto evita di investire nella formazione, nella regolare assunzione degli operai, non paga i fornitori, non esegue le manutenzioni e per questo non fa girare i treni, utilizza gratuitamente le piattaforme di riparazione di Trenitalia, se ne frega dei sindacati, non persegue le linee previste del buon padre di famiglia, insomma in una parola se ne sbatte altamente degli utenti e dell’intera classe dei fornitori, allora è semplice fare utili. Anche le società Autostrade hanno macinato utili su utili. Peccato però cha ad Avellino a causa delle mancate manutenzioni siano morti decine di passeggeri, come peraltro a Viareggio e come anche recentemente a Genova a seguito del crollo del ponte. Facile fare utili in quel modo lì.  Credo che occorra più attenzione e che gli investigatori prima di accanirsi contro taluni indagati, verifichino davvero le ragioni e le condizioni del mercato di riferimento. Solo così si farà giustizia e non processi sommari.

Lettera firmata

About the Author