Aria nuova di opposizione su fatti concreti nel consiglio comunale di Bari

Posted on by Lucio Marengo

Era ora finalmente che in consiglio comunale qualche esponente cominciasse  a svolgere un ruolo di seria opposizione sull’attività della Giunta e dello stesso consiglio, al quale invitiamo i cittadini i baresi a presenziare ed ascoltare dal vivo i suoni dell’altra campana che spesso non sono piacevoli. Credo di avere ancora poco da imparare sui meccanismi che regolano la vita di un’assemblea consiliare avendone io stesso fatto parte per circa 9 anni, acquisendo una meravigliosa esperienza , imparando anche da sindaci come Enrico Dalfino,Pietro Laforgia, il valori dei rapporti politici sia pure da posizioni contrapposte. Non voglio esprimere giudizi su questo consiglio comunale avendo assistito a qualche seduta,ma da qualche giorno si avverte qualcosa di diverso, cioè la resuscitazione della opposizione da parte del Consigliere Di Rella, già Presidente della stessa assemblea, e la fine di un appiattimento politico. Ricordo a chi magari non ha memoria che Bari è capoluogo di Regione e sede dell’Area metropolitana e meriterebbe maggiore rispetto da parte di tutti consiglieri, iniziando da un abbigliamento più consono. Pubblichiamo quindi integralmente la lettera che il consigliere del gruppo misto Pasquale Di Rella ha inviato ai dirigenti comunali e per conoscenza al Sindaco Decaro.   Lucio Marengo

 

 

All’Assessore Bilancio

Al Segretario Generale

Al Vice Segretario Generale, avv. l. Rizzo

Al Direttore della Ripartizione Ragioneria Generale

e, p.c. Al Sindaco

 

Oggetto: VIOLAZIONE dell’art. 15, comma 1 del Regolamento di contabilità (“Predisposizione ed approvazione del bilancio”) – Richiesta annullamento/revoca della deliberazione della Giunta Comunale n. 19/2018 avente ad oggetto: “Approvazione dello schema di nota di aggiornamento al DUP , 2018/2020 e approvazione schema-di 2018/2020 del Comune di Bari e relativi allegati redatto con gli schemi di cui al D.Lgs.

L’art 15, comma I del Regolamento di Contabilità recita: “Lo schema di bilancio di previsione finanziario e il Documento Unico di Programmazione sono predisposti dall’organo esecutivo e da questo presentati all’organo Consiliare unitamente agli allegati:Lo schema di bilancio di previsione approvato in data 25.01 u.s., con deliberazione di Giunta n. 1 9/201 8, annovera tra gli allegati obbligatori la proposta DC n. 2018/150/00002 Approvazione PEF 2018 e TAR] 2018.Si è rilevato che la citata proposta n. 2018/150/00002 non solo non risulta “adottata” dalla Giunta, diversamente dalle proposte relative alle aliquote IMU e TASI 2018, ma è addirittura priva, ad oggi, 26.01.2018, delle firme dell’Assessore e del Dirigente proponente, nonché dei pareri di regolarità tecnica e contabile ex art 49 TUEL.Si fa fatica a qualificare atto amministrativo dei fogli di carta privi di “paternità”, soprattutto se tale atto amministrativo è obbligatorio e propedeutico all’approvazione del bilancio di previsione dell’Ente.Considerato che, in data 25.01 u.s., la Giunta non avrebbe potuto/dovuto approvare la deliberazione n. 19/2018 poiché priva “formalmente” di un allegato obbligatorio, si chiede l’annullamento/revoca della deliberazione de qua per violazione di legge, Distinti saluti.

                                                                                                    Il Consigliere Comunale Pasquale Di Rella

About the Author