Assurdità che si verificano solo a Bari, Giustizia in tenda con la calura estiva incombente

Posted on by Lucio Marengo

l buon Franco Sorrentino avrebbe esclamato: ma si può fare questa vita? Si può, si può! ed ancora una volta la città di Bari viene offesa vergognosamente da una classe politica incapace di difendere la dignità  una grande città, capoluogo di regione, la più grande del sud che ancora una volta rimane al palo, ignorata da oltre 15 anni dalle lungaggini burocratiche e dal menefreghismo di chi dovrebbe vigilare sullo spreco e sperpero del pubblico denaro. Il sig. Perocuratore della Repubblica presso il tribunale di Bari si chiedeva qualche giorno fa di chi possa essere stata la responsabilità di questi 15 anni di incresciosi e colpevoli ritardi? Non si è capito poi  a chi intendesse rivolgere la sua domanda per i milioni di euro comunque erogati a proprietari diversi, per la locazione  sempre in stato di precarietà, a privati noti. Bari, città dei dispetti con una cittadella della Giustizia al centro di grandi polemiche e che avrebbe comunque rappresentato la risoluzione di annosi problemi in una mega e moderna struttura in cui erano stati previsti anche servizi a favore dei dipendenti, centri commerciali, asili nido, nonchè un moderno carcere collegato da una serie di sottopassi sotterranei con le aule dei processi. La realizzazione sarebbe stata a carico della impresa costruttrice alla quale dopo la consegna chiavi in mano della intera cittadella, sarebbe stato corrisposto un canone di locazione per circa trent’anni dello stesso importo che veniva erogato ai vari proprietari degli immobili locati per tanti anni  con importi esosi e a perdere. La protezione civile sta erigendo una serie di tensostrutture all’interno del recinto del fatiscente immobile di via Nazariant, che sicuramente metteranno a dura prova la pazienza di chi dovrà lavorarci per un periodo che si prevede abbastanza lungo con la calura estiva ed il sopraggiungere della successiva stagione invernale.Ci sono a Bari non pochi immobili abbandonati ma ancora utili come la ex caserma dell’Aeronautica Militare di C.so Sonnino, l’ex ospedale Militare di C.Benedetto Croce, ed altri edifici che potrebbero essere disponibili in breve come la ex sede dell’INPDAP in via Oberdan, ma per risolvere questo ed altri problemi insoluti  è assolutamente importante che la classe politica locale comincia  ad urlare contro i responsabili di questa pagliacciate di trasformare la Giustizia in un tenda party.

                                                                                                                                                     Lucio Marengo

About the Author