Attenzione ai truffatori porta a porta e alle follie telefoniche

Posted on by Lucio Marengo

L’altro giorno, ci ha raccontato una signora che ci ha scritto, ha suonato alla porta e quando ho aperto mi si è presentato un signore alto con al collo una fascetta celeste con la scritta ripetuta enel. Parlava in napoletano ma non riuscivo a comprendere cosa mi diceva, ma mi indicava il contatore della luce chiedendomi se avessi fatto la domanda di cambiarlo, toccando un tasto da dove appariva il mio numero del mio riferimento di utente. Gli ho detto di ritornare in un altro momento perchè non ero in grado do recepire quanto mi diceva, facendogli intendere che comunque se ne doveva andare. Questa mattina mi sono recato agli uffici Enel sempre di Bari in via Capruzzi, dove sono almeno riuscito ad apprendere che l’Enel pare non abbia personale per la ricerca porta a porta e quel sedicente dipendente o incaricato Enel poteva essere il solito truffatore che con qualche marchingegno riesce a farti sottoscrivere un contratto diverso da quello in uso. Come si fa a difendersi dalle truffe? è possibile sapere dall’Enel informazioni precise? Quanta gente ha avuto meno fortuna e si  è ritrovata con l’aver sottoscritto inconsapevolmente contratto ruba soldi? Per maggiore sicurezza mi sono chiesto: ora chiamo l’ENEL e mi faccio spiegare come stanno le cose. Manco a dirlo, ho composto il numero verde che è sull’elenco telefonico ed un centralino automatico mi ha ubriacato di numeri per circa venti minuti quando ho riagganciato il telefono senza essere riuscito ad avere una semplice risposta. Non sono l’ultimo di questo mondo ma mi chiedo quanta gente viene abbandonata in balia di imbroglioni, di truffatori e di centralini assurdi che invece di rassicurarti di mortificano.

                                                                                                                                           Prf. Marengo

About the Author