Attualità Cronaca Puglia

Autovelox: strumenti per la sicurezza o per fare cassa?

Riportiamo la lettera scritta da Mario Conca al prefetto di Bari, in cui segnala la pericolosità dell’autovelox che si trova sulla SS96 all’altezza di Mellitto in Agro di grumo.

Eccellenza,
le riporto in calce un video che abbiamo girato questa mattina mentre percorrevamo la SS 96 in direzione Bari, al fine di segnalarle la pericolosità rappresentata dall’autovelox, posizionato dai vigili di Grumo Appula nella piazzola all’altezza della ditta Tecnomec, in direzione Altamura. La predetta statale è una strada che percorro quotidianamente e, spesso, mi ritrovo ad assistere a brusche frenate perché il limite imposto di 40 km/h, su un rettilineo in discesa, è una vera trappola per molti ignari automobilisti. E’ da tempo che temevo che tale insidia potesse provocare gravi incidenti, ed infatti il 16 aprile e il 24 aprile 2019 avevo segnalato informalmente ad Anas questa abitudine dei vigili grumesi. L’ho segnalata per dovere civico e perché davvero immaginavo potesse verificarsi l’inimmaginabile. Il giorno 8 maggio u.s., come potrà leggere dalla rassegna stampa sotto riportata, ho appreso della morte di un tassista barese, del console onorario brasiliano e della consorte di quest’ultimo a 300 metri dall’autovelox. Per quanto mi è dato sapere, seppure le indagini sulla dinamica siano ancora in corso, pare che l’autista del Taxi, per evitare di tamponare l’auto che lo precedeva che aveva rallentato bruscamente, invadeva l’altra corsia mentre sopraggiungeva il Tir che l’ha poi travolto schiacciandolo contro il guardrail e provocando l’immane tragedia. E’ lecito, a questo punto, pensare che la frenata improvvisa, come spesso mi è capitato di verificare personalmente, sia stata dovuta alla trappola posta in essere dai vigili che coglie di sorpresa i tanti automobilisti che non sono della zona? Tenga conto che il tratto che raccorda la quattro corsie, in direzione Matera, si trova in discesa ed è facile che si raggiungano velocità sostenute. E’ mai possibile che per sanare i bilanci comunali si debba attentare alla pubblica incolumità?
E se la dinamica fosse davvero andata così come ho cercato di raccontarvela? Io ho fatto il possibile, gli altri? Spero non si debba attendere l’ennesima tragedia.
La prego di intervenire ad horas per vietare al comune di
Grumo il prosieguo di tale pratica, la vita della gente vale molto di più di poche migliaia di euro di ricavi.
Rimango a disposizione per ogni eventuale ulteriore chiarimento e con l’occasione porgo cordiali saluti.
Mario Conca

Related posts

Enfiteusi. Bozzetti (M5S) a incontro in Provincia di Brindisi. “Pronta proposta di legge nazionale per superare questa norma medioevale”

redazione@metropolinotizie.it

Con i saldi estivi le vendite aumentano? Che effetti hanno questi saldi sui consumi delle famiglie e le vendite dei negozi?

redazione@metropolinotizie.it

Ex Ilva, Zullo: “Emiliano pensa di impressionare e prendere voti dai pugliesi affidando la valutazione all’Oms. E si ricorda dopo 4 anni? E gli organismi interni cosa hanno fatto?”

redazione@metropolinotizie.it

I depuratori dell’AQP funzionano bene? Con quell’acqua depurata è possibile lavare le strade o farne altro utile uso?

Redazione Metropoli Notizie

Psr, Marmo: “Drammatico fallimento di Emiliano, butta risorse disponibili dalla finestra”.

redazione@metropolinotizie.it

Istat: italiani 55 milioni, è declino demografico

redazione@metropolinotizie.it

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy