Bari città dei ruderi, perchè non utilizzare l’ex ospedale militare per farne un polo medico universitario?

Posted on by Lucio Marengo

L’ex ospedale militare Bonomo è li da anni in stato di abbandono dopo la realizzazione delle nuove cucine che pare non siano entrate mai in funzione. Perchè accade questo? Perchè nessuno paga per l’ingente sperpero di denaro pubblico? Perchè la facoltà di medicina universitaria non ne ha fatto un centro di eccellenza con annesso centro ricerche, visto che  nostri cervelli emigrano ed hanno successo all’estero? oppure creare un grande centro di pronto soccorso anzichè spendere  milioni di euro l’anno per una struttura privata convenzionata? Un grande polo universitario della medicina e della ricerca, in posizione strategica a due passi dalla tangenziale.Se quella grande struttura non deve essere più un riferimento sanitario, perchè  non utilizzarla per ubicarvi i tanti uffici del comune di Bari e risparmiare esosi canoni di locazione? Se non ci sono i soldi necessari, occorrerebbe chiedere l’intervento della iniziativa privata e recuperare tanti quattrini per altre finalità cittadine. Un concorso di idee quindi sull’utilizzo di tutti gli immobili abbandonati come l’ex caserma della Terza Regione Aerea in corso sonnino, l’ex caserma Picca in piazza S. Antonio, l’ex Istituto Nautico in via Abate Gimma, le ex caserme dove in tempi biblici si crede di poter realizzare il nuovo polo della Giustizia, questi ed altri immobili abbandonati che diventano ricettacolo di rifiuti e occupazioni abusive, come la ex caserma Rossani. Esiste al comune di Bari un censimento degli immobili abbandonati.

About the Author