Bari, la Polizia locale caccia gli artisti di strada, ma non impedisce ai pescivendoli del molo S. Nicola l’inosservanza delle norme igieniche

Posted on by Lucio Marengo

Tra i compiti demandati alla polizia locale c’è il dovere di fare rispettare le ordinanze sindacali che prevedono tra l’altro il rispetto importante dell’igiene nella vendita di pesce e mitili vari. Abbiamo letto cosa è acccaduto agli artisti di strada che di  solito si piazzano nelle strade centrali con  i loro strumenti musicali per per raccogliere le offerte dei passanti che ascoltano la loro musica e campare. La polizia locale s a benissimo della presenza esasperante di rom che si piazzano davanti alle chiese esternando benedizioni a tutti prendendo in giro la gente e qualche volta bestemmiando se non ottengono l’offerta. Ci sono poi giovani d colore davanti a tutti i punti di vendita di alimenti. Nessuna discriminazione sia ben chiaro perchè le disposizioni sono uguali per tutti e tutti dovrebbero rispettarle. Fino a qualche tempo fa, nei mercati rionali ed in quelli coperti, vigilanza zero, perchè? Se il sindaco di Bari predispone tolleranza , perchè da questa concessione sono esclusi gli artisti di strada? Perchè invece non si realizzano con poche spese alcuni piccoli palchi dove questi ragazzi possono esibirsi nel rispetto anche delle orecchie d chi deve ascoltare?

About the Author