Senza categoria

Berlusconi non rimproveri gli italiani e pensi a quello che fanno i suoi rappresenanti

Caro Cavaliere ho ascoltato l’altra sera le sue parole di commiserazione e quasi di rimprovero all’indirizzo delle molte defezioni degli italiani che costantemente da anni votano tutti tranne che Forza Italia. Se la prende impropriamente che gli elettori che non si sentono rappresentati dai suoi rappresentanti al Parlamento, nelle regioni e nei consigli comunali. Dov’è finita l’opposizione? Mi suggerisca un motivo per il quale tanta gente che ha creduto in Lei in passato oggi non vota più nella consapevolezza di un voto sprecato e soprattutto immeritato. Non ho nulla da insegnare a lei,nè mi permetterei di farlo, ma provi a inviare un suo fidato rappresentante ad assistere ad una seduta di un consiglio regionale in Puglia oppure ad un consiglio comunale a Bari e capirà le ragioni del calo continuo dei voti. La politica deve tornare sul territorio a contatto con la gente che non conosce più chi sono i loro rappresentanti e da quale parte stiano. Maggioranze deboli e vulnerabili, opposizione quasi inesistente  e incapace di svolgere il proprio ruolo di controllo e di controproposte alternative alla soluzioni dei tanti problemi. Non si convincono gli elettori con i comunicati imparati a memoria, ma difendendo i diritti degli italiani, soprattutto dei giovani che non trovano lavoro perchè la subdola creazione di agenzie regionali con le assunzioni delegate ad agenzie interinali, senza concorsi vcon le solite clientele che si possono immaginare come vengano ripartite.

                                                                                                  Prf. Marengo

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy