Senza categoria

Berlusconi per tutti, pochi per lui e lontani dal territorio

Silvio Berlusconi continua a perdere consensi,e qualche acciacco fa il resto, in una prospettiva che certamente vede FI ancora in calo. Lo abbiamo scritto ripetutamente che la politica siratica sul territorio, gomito a gomito con i cittadini elettori ai quali è stato persino negato il diritto di giudizio con il voto di preferenza. Nelle città di questo nostro Paese,dove in quartieri dormitorio vivono milioni di italiani abbandonati dalle Istituzioni e rintanati in casa dal tramonto anche a causa di una delinquenza sempre più arrogante protetta da leggi permissive, oltre alla presenza di migranti che escono dai centri di accoglienza soprattutto nelle ore serali creando seri problemi alla sicurezza.Dove sono i parlamentari, i consiglieri regionali i consiglieri comunali, tutti accomunati dalla smania di rendere noti attraverso comunicati stampa insignificanti il loro pensiero magari imparato a memoria, nella illusione che possa servire  qualcosa.Gli italiani sono stanchi di vedere qualche volta nei tg, personaggi che vengono eletti non per loro merito ma per la spinta di chi da almeno venti anni è sulla breccia, nonostante l’avanzare degli anni e della salute che crea qualche pensiero. Occorrerebbe mandare a casa l’attuale classe dirigente, e ritornare a parlare con la gente, creare una scuola aiutando i giovani a dibattere i temi di grande attualità quali sono, la sicurezza, la disoccupazione,la sanità,la produttività.Basta con i nominati, i deputati e senatori debbono essere votati come si faceva un tempo, solo in questo modo gli elettori prenderanno coscienza di quello che il panorama politico offre e torneranno a volere imparare con la modestia ed il convincimento che si può praticare la buona politica.

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy