BLACK FRIDAY, in molti casi quasi una presa per ……….

Posted on by Lucio Marengo

Quanta pubblicità, quanto frastuono e tante occasioni da parte di molti commercianti ed esercenti per prendere in giro la tanta gente che  si aggirava nei piccoli a grandi magazzini alla ricerca della ghiotta occasione, diciamo pure prenatalizia per acquistare piccoli e grandi regali e magari anche qualcosa per se stessi. Ci siamo recati nei magazzini Famila ed in effetti l’offerta risparmio c’era, ma solo su una marca di spumante e sul salmone, le altre migliaia di articoli in vendita con i prezzi di sempre a qualche offerta che nulla aveva a che fare con Black Friday. In un negozio di abbigliamento per donna per ottenere lo sconto del 30% occorreva acquistare tre abiti e sul quarto c’era lo sbandierato sconto.Abbiamo continuato il nostro giro e specie nel centro città c’erano effettivamente offerte di sconti ma gli acquirenti venivano correttamente informati da ampie informazioni. Insomma come al solito ci sono esercenti seri ed altri meno, ma gli sconti veri si sono avuti a teatro e si è persa una buona occasione per vendere di più approfittando della giornata degli sconti che negli Stati Uniti è una vecchia tradizione svuota negozi perchè almeno li sanno vendere e in questo periodo si fanno i migliori acquisti. Nei primi telegiornali del giorno abbiamo visto le immagini delle delle strade di New YorK dove già all’alba fuori dei grandi magazzini c’erano code lunghissime.Ancora una ha prevalso in tanti la volontà di avere poco rispetto per la clientela.

About the Author