Casette per i terremotati, altra vergogna italiana

Posted on by Lucio Marengo

Circa un mese fa, in occasione di una visita nella bella cittadina di Cascia, ci siamo ritrovati occasionalmente a chiacchierare con la proprietaria di una trattoria sui grandi problemi post terremoto ancora insoluti a causa di un Giustizia che pare faccia acqua da tutte le parti. La signora in questione, apparentemente rassegnata per i ritardi nell’asportazione ancora in atto delle macerie, delle tante difficoltà nell’attesa vergognosa di poter condurre un’esistenza più o meno normale si parlò delle prime casette che sembrarono appunto portare un pò di normalità  tra gli abitanti di Norcia,Amatrice,Accumuli, Arquata del Tronto che ancora oggi rappresentano uno scenario a dir poco drammatico. Sulla stampa di  oggi leggiamo  della precarietà di quelle casette, della umidità all’interno delle stesse, ma non si legge di prossime soluzioni o di una casa vera. Vergogna all’indirizzo delle Istituzioni incapaci di controllare la esecuzione dei lavori, la qualità dei materiali e soprattutto riuscire a sapere quanto denaro è stato raccolto per la ricostruzione e per la conseguente ospitalità di tanti terremotati dopo quasi tre anni dal terribile sisma che distrusse molte belle cittadine dell’Umbria,delle Marche, del Lazio. Povera Italia, vedremo come questo Governo Giallo verde saprà operare per scoprire i ladri, i delinquenti che non hanno il minimo di comprensione per chi vive tra mille difficoltà.

About the Author