Elezioni a Bari, se Di Maio e Salvini non litigano vincerà un candidato giallo verde?

Posted on by Lucio Marengo

Quanti candidati aspirerebbero  a candidarsi sindaco di Bari, e quanti di loro oltre a Decaro avrebbero la possibilità di essere eletti? Questa mattina in un incontro del tutto occasionale i discuteva sulle prossime amministrative che si terranno nella primavera del prossimo anno, sui probabili candidati, e sulle potenzialità che gli stessi avrebbero per essere eletti. E’ voce comune che Decaro non avrebbe avversari capaci di impensierirlo a meno che dopo il primo turno di voto e nel caso di eventuali ballottaggi Leghisti e Grillini potrebbero fare fronte comune, ed in questo caso Decaro sarebbe a rischio.Questa mia ipotesi ha lasciato perplessi i colleghi visti i sondaggi di voto che si susseguono e che darebbero Salvini in ulteriore forte crescita, più dei grillini. Al momento comunque non ci sono candidati di forte richiamo ed i nomi che si fanno si riferiscono indubbiamente a brave persone, ma non forti sotto l’aspetto politico. Solo una crisi di governo secondo la mia modesta opinione creerebbe i presupposto favorevoli ad una certa rielezione del sindaco uscente. Mancano comunque sette mesi ed antonio Decaro ha spazio sufficiente per recuperare quei consensi che sono in bilico, e si riferiscono alla possibilità che una energica azione di risanamento ambientale in città, con particolare riferimento alla ispezione delle caditoie cittadine, che sono intasate e quindi frequenti cause degli allagamenti stradali cittadini, Il risanamento delle strade dissestate in particolare modo dai lavori stradali per la immissione della fibra ottica. Queste sono essenzialmente gli interventi che si vedono e che fanno cambiare giudizi, ed infine un consiglio al sindaco a recarsi a visitare senza preavviso i nostri ospedali, ed in particolare modo la sera, i posti di pronto soccorso, dove la utenza vi si reca non per divertimento ma per urgente necessità. Sarà capace di farlo Decaro? Noi glielo abbiamo consigliato poi ognuno si regola come crede.

                                                                                                      Prf.Marengo

About the Author