Per evitare le liste d’attesa 202 euro e passa la paura! Le opposizioni in Consiglio lo sanno?

Posted on by Lucio Marengo

E’ un modo di dire molto in voga dalle nostre parti, quando si parla di sanità, o più precisamente di quelli che ci sembrano abusi. Abbiamo telefonato all’osp. Miulli di Acquaviva delle Fonti chiedendo quanto tempo occorreva attendere per una visita medica e la gentile interlocutrice immediatamente mi ha risposto: Duecento euro più la marca. Per correttezza non riveliamo la identità del medico perchè non ci interessa, ma pagare duecento euro per una visita medica in ospedale dove il medico dispone dei locali dell’ospedale, delle attrezzature necessarie che non sono sue, mi sono sembrati  troppi e crea una barriera tra chi dispone delle possibilità economiche e chi invece non può, e pur avendo bisogno di una visita deve attendere mettendosi in coda con i tempi biblici. Occorre aggiungere che io chiamavo ovviamente da Bari ed avrei dovuto andare andare ad Acquaviva delle Fonti comunque con un mezzo. Il dramma di questo nostro territorio è non avere interlocutori che possano difendere i tuoi diritti e poi si meravigliano del calo elettorale. Chi vigila  sulle tariffe delle visite intramurarie?  Per non parlare delle visite con fattura e senza fattura.

About the Author