FIBRONIT a Bari, tutto a posto ma restano legittime perplessità taciute

Posted on by Lucio Marengo

Quante vittime avranno causato le cellule di amianto che in tanti anni, volatili come erano, venivano inspirate inconsapevolmente con le possibili conseguenze che tutti conosciamo e che potevano cerificarsi a distanza di anni. Bene, in quella zona, a pochi metri dalla fabbrica della morte eranoubicati oltre alla chiesta di S. Francesco, una scuolamaterna (lascito Ranieri) i cui bambini specie d’estate si trattenevano all’aperto nel giardino. C’era, e c’è ancora la scuola media Petroni oltre naturalmente a tutte le abitazioni realizzate in questi ultimi trent’anni. Lungi da me il tentativo di provocare polemiche e tra l’altro il fatto di abitare con la mia famiglia nei pressi della industria che non c’è più genera in me legittime preoccupazioni e riporta alla mente ricordi non lontani di vittime dell’amianto. Affido  queste mie preoccupazioni a chi dovrebbe e potrebbe dare delle risposte e magari tranquillizzarsi con una opportuna prevenzione. Decaro ha lavorato bene, ed anche la Teorema che è l’azienda specializza specializzata nelle bonifiche dei siti contaminati da amianto potrebbero fornire risposte più o meno rassicurative.

                                                                                                                Lucio Marengo

About the Author