Che fine hanno fatto i filobus acquistati e mai entrati in funzione?

Posted on by Lucio Marengo

Giovedì 8 ottobre 2015 (tre anni e passa fa), il sindaco Decaro intima alla Amtab di mettere subito in circolazione i filobus accantonati da vent’anni. In una intervista disse che da assessore, aveva trovato il progetto già finanziato, di averlo corretto e … di avere predisposto la linea. Quella stessa linea che crollò miseramente in strada la scorsa estate. Ma la verità è un’altra. I filobus baresi, costati in tutto una decina di milioni, non sono neppure autorizzati alla circolazione. Il sistema filoviario è stato interrotto nel 1981 ma ad un certo punto il filobus diventa il pallino della giunta barese che acquista i primi 5 mezzi (ma non omologati) da adibire alla linea Carbonara Bari. I mezzi non vedranno mai la strada. In verità fu Emiliano a scommetterci su. Infatti, il progetto era nel suo primo programma elettorale quello del 2004. L’allora assessore Decaro si era adoperato per ottenere un finanziamento dal ministero. Ma ciò nonostante niente da fare. Nessun filobus entrò in servizio ma stranamente altri tre filobus furono successivamente acquistati. Perché? Sono passati tanti anni, l’assessore nel frattempo è diventato sindaco ma i filobus sono sempre in garage in attesa della rottamazione. Il caso ci ricorda molto quello delle ferrovie del sud est e alcuni treni di produzione svizzera acquistati per essere immessi nel Salento ma che a causa delle pessime condizioni della rete ferroviaria, entrarono in servizio solo nel 2015 e per poco tempo. Ma in questo caso chi aveva comprato i treni è finito nelle mani della Giustizia

Nel caso dei filobus, Due pesi e due misure? O ingiustizia ad personam?

About the Author