Giovedì 25 presso il comando della polizia locale saranno consegnati i patentini per il pilotaggio dei primi droni.

Posted on by Lucio Marengo

Domani, giovedì 25 ottobre, alle ore 15, nell’auditorium della Polizia locale, in via Aquilino, a Japigia, alla presenza del comandante della Polizia locale Michele Palumbo e dell’assessore all’Ambiente Pietro Petruzzelli, i cinque agenti che hanno partecipato al corso di formazione per conseguire l’attestato di pilota APR VL/MC (di massa superiore/uguale a 4 kg) riceveranno il patentino che li abilita ufficialmente all’utilizzo dei droni.La formazione, iniziata a giugno scorso, ha previsto una parte teorica così articolata:

  • un corso basico di 17 ore durante il quale sono state affrontate tematiche che spaziano dalla normativa aereonautica alla meteorologia, dalla circolazione aerea all’impiego dei dispositivi tecnologici; al termine di questo primo percorso i partecipanti sono stati sottoposti a un test da svolgere con un esaminatore ENAC
  • un corso per operazioni specializzate  di 12 ore su materie teoriche e di approccio strumentale all’utilizzo dei droni in caso di eventi anomali, per preparare agenti ad affrontare delle vere e proprie missioni operative, prestazioni di volo, safety e gestione del rischio.

Terminata l’attività formativa i partecipanti sono stati sottoposti a un test a risposta multipla. L’avvio dell’addestramento pratico ha consentito  ai partecipanti di essere valutati in relazione alla loro capacità oggettive di approccio ai droni; a seguire sono state realizzate 36 missioni da dieci minuti ciascuna, organizzate in funzione di specifici scenari di addestramento, come il semplice volo su ambiente urbano, quello di precisione da effettuare in ambienti e contesti più ostili oppure operazioni connesse a segnalazioni e accertamenti in corso.Gli agenti hanno poi  sostenuto uno skill test finale al cospetto di un esaminatore ENAC. “Domani 5 dei nostri agenti conseguiranno il patentino per pilotare i droni, che rappresentano non solo strumenti innovativi a tutela della legalità e a contrasto di fenomeni quali l’abusivismo edilizio e i reati ambientali – commenta il comandante Palumbo -, ma anche dispositivi preziosi per  effettuare rilievi e adottare le scelte migliori in caso di gravi incidenti stradali o di eventi che interessano la protezione civile e che coinvolgono le forze dell’ordine. Il comando ha proceduto all’acquistato di due droni, che da domani saranno affidati agli agenti che hanno superato il corso, ma è nostra intenzione formare ulteriore personale in grado di gestire questi dispositivi a garanzia della sicurezza di tutti i cittadini”.

About the Author