Lentogiustizia:Gli errori giudiziari sono costati allo Stato oltre 37,7 milioni di euro

Posted on by Lucio Marengo
Secondo il MEF gli errori giudiziari per ingiusta detenzione sono costati allo Stato quasi 37,7 milioni di euro (ci si compravano due palazzi di giustizia…) con 1.013 casi di persone arrestate per sbaglio. A Bari, con Napoli e Catanzaro, è record per la Giustizia troppo lenta ed errori, un record naturalmente negativo.
Il numero di procedimenti penali pendenti negli uffici giudiziari italiani al 30 giugno 2017, è stato di 3.027.764. Le Sezioni penali della Cassazione sono investite ogni anno da 57mila ricorsi e quelle civili da oltre 30mila, per un totale di quasi 90mila procedimenti. Numeri da paura anche per quanto riguarda l’ingiusta detenzione.
Come documentato dal sito errori giudiziari.com, nel 2017 il numero di innocenti finiti in carcere ha toccato quota 1.013, contro i 989 registrati l’anno precedente.
Dal 1992 al 2017, sono stati ben 26.412 le persone che hanno subito una custodia cautelare in carcere o ai domiciliari prima di essere riconosciute innocenti.
A tutto questo risponde col diniego la Regione di volere concedere il suo palazzo “d’oro” e quindi non si potranno giudicare rapidamente le cause stante appunto il tribunale pericolante. Tanto chi se ne frega. Tanto poi via sarà una interruzione della prescrizione! Sarebbe questa la Giustizia? Questi carcerati innocenti non hanno il diritto ad un processo equo e veloce? (soprattutto se innocenti?)
Il Ministro Bonafede dovrà dimostrare di essere diverso dai suoi predecessori perché bloccare la prescrizione per colpa della macchina organizzativa della Legge è un crimine. Contro l’umanità.
Altro che i 629 africani della nave Acquarius!
About the Author