“che Impresa-Istruzioni per l’uso”, 27^ puntata: Puglia, la luce bella del Cinema

Posted on by Antonio Curci

Ospiti del salotto di Antonio Curci, l’attore Gaspare Rizzo, l’imprenditrice Cristiana Papazissis, il blogger Adriano Silvestri, il regista Andrea Costantino e la presentatrice Katia Simone. In redazione: Maria Raspatelli. Regia Lucio Costantini.

 

Cinema… cinema d’autore, cinema impegnato, cinema sociale, cinema per sorridere, per non pensare, per raccontare una vita straordinaria, per narrare stati d’animo ed emozioni. E’ il sogno che si rende visibile e fruibile da tutti. Il cinema fa divertire, rende più consapevoli, educa le nuove e vecchie generazioni, fa prendere consapevolezza delle nuove problematiche che l’uomo vive e mette a confronto giovani e anziani, genitori e figli o adolescenti tra loro.

Il cinema è arte, è l’arte del narrare attraverso l’immagine e d’interpretare la realtà che ci circonda. E’ una finestra sempre aperta sul mondo che cambia.

E’ arte perché valorizza le bellezze del patrimonio naturale e artistico del nostro Paese, ma è anche arte in sé.

Il grande Akira Kurosawa così dice del cinema:

Il cinema racchiude in sé molte altre arti; così come ha caratteristiche proprie della letteratura, ugualmente ha connotati propri del teatro, un aspetto filosofico e attributi improntati alla pittura, alla scultura, alla musica.

Non è solo arte in quanto rappresentazione filosofica della realtà, ma perché contiene in sé altre forme artistiche: la recitazione, le riprese, il montaggio, la pubblicizzazione, la scelta del set e del luogo in cui girare le riprese rappresentano esse stesse forme artistiche di alto livello.

Fu un critico cinematografico avanguardista, Ricciotto Canudo, a consacrare il cinema come arte.  Nel 1921 nel manifesto La nascita della settima arte sostenne che il cinema avrebbe unito in sintesi le arti dello spazio e del tempo.

E l’unione tra lo spazio e il tempo trova una casa privilegiata proprio nella nostra Puglia. La pietra bianca del romanico pugliese, sapientemente lavorata per far risplendere tutta la luce del mondo; gli ulivi argentei, testimoni silenti e antichi del territorio pugliese, recano incisa sulla propria corteccia la storia di intere comunità.

La Puglia è un mix magico d’arte, storia e natura, scenario meraviglioso in cui la settima arte può esprimere tutte le sue potenzialità.

La Puglia è la luce bella del cinema!

Maria Raspatelli

About the Author