La (in)sicurezza di viaggiare con le Ferrovie Sud Est

Posted on by Lucio Marengo

Lecce News ci informa che a seguito dello scontro tra treni delle Ferrovie del Sud Est a Galugnano, è stata fissata per il 16 aprile l’udienza preliminare. Quattro imputati rischiano il processo. Uno di essi è l’ing. Lugi Albanese, attuale dirigente di FSE, braccio destro del commissario Viero all’epoca del commissariamento della società di via Amendola. Nel sito internet di Ferrovie Sud Est, a proposito degli esposti sulla mancata sicurezza dei treni, si può leggere che « […] È preliminarmente necessario rimarcare che, nell’ottica di garantire il pubblico servizio, i responsabili di FSE coadiuvati dalla società MA.FER, soggetto riconosciuto idoneo nel ruolo di responsabile della manutenzione hanno valutato [ndr: quindi entrambi i soggetti lo avevano valutato…] che le segnalazioni di FILBEN risultano dettate da meri interessi commerciali in quanto non riguardanti organi di sicurezza propri del veicolo e conseguentemente non finalizzate alla sicurezza dell’esercizio ferroviario.[…] Dalle anzidette visite ispettive, puntualmente svolte, non si registrano “decadimenti prestazionali”: gli spazi di frenatura sono abbondantemente all’interno degli spazi teorici di frenatura e gli apparati di sicurezza provati risultano tutti perfettamente efficienti e ». Qualche giorno dopo la pubblicazione di questa nota che è a firma di Albanese, nella sua stravagante qualità di “sostituto del direttore di esercizio” (“sostituto” perché forse il “vero” direttore di esercizio Formica non condivideva la sua analisi?) l’Ente ministeriale Ustif bloccava la circolazione dei treni proprio per le carenze lamentate. Di sicuro l’unica cosa che si trova all’interno degli “spazi teorici” di cui ha argomentato il “sostituto”, è la applicazione delle leggi e delle norme imperative che regolano la sicurezza dei trasporti.funzionanti

About the Author