La primavera dei giovani della Diocesi di Bari-Bitonto, protagonisti della Tenda dell’Incontro

Posted on by Maria Raspatelli

Sabato 10 marzo 2018 presso la Cattedrale di Bari, alle 20.00 in occasione del pellegrinaggio alla Madonna Odegitria, l’Arcivescovo di Bari-Bitonto, mons. Francesco Cacucci ha incontrato Giovani e Famiglie e ha affidato loro il mandato per la peregrinatio della Tenda dell’Incontro.

Abbiamo incontrato il Direttore dell’Ufficio Giovani della Diocesi, don Michele Birardi per un intervista e capire cosa accadrà a Bari, dall’8 aprile al 12 maggio.

Don Michele, che cosa cos’è la Tenda dell’Incontro?

La Tenda dell’Incontro è la possibilità che la Diocesi di Bari – Bitonto, in linea con il Sinodo dei Giovani 2018, offre a giovani e adulti di confrontarsi su tematiche comuni. E’ il tentativo di aprire uno spazio fisico, concreto di condivisione di esperienze e vissuti esistenziali per affermare la speranza in un futuro di pienezza.

La Tenda dell’Incontro, infatti, fa riferimento all’esperienza di Mosé; è il luogo in cui erano custodite le Tavole dell’Alleanza con Israele, ma era anche il luogo in cui Dio si faceva presenza e si fermava a parlare con Mosé.

La Tenda dell’Incontro della Diocesi prende il suo nome proprio da quella esperienza di confidenza, di prossimità di Dio. Vuole essere l’occasione per narrare storie significative, testimonianze, presenze e condividere percorsi comuni.

La Tenda dell’Incontro esprime la volontà da parte delle comunità parrocchiali della diocesi di raggiungere i giovani “lontani”, per dialogare con loro, ascoltare le loro istanze, i loro dubbi, i loro interrogativi, per facilitare un dialogo tra le nuove generazioni e tra generazioni diverse. Mons. Francesco Cacucci, arcivescovo dell’arcidiocesi di Bari – Bitonto nella traccia pastorale 2017/2018 “Di generazione in generazione. Giovani e famiglia” indica la direzione da imprimere a questa esperienza. Si tratta – afferma il vescovo – di “un movimento di cuori che, a partire dal pellegrinaggio dei giovani e delle famiglie alla festa dell’Odegitria, attraverserà i nostri centri abitati. Si tratterà di pensare uno spazio e un tempo in cui adulti e giovani possano confrontarsi con le domande, i sogni, le speranze che accompagnano la ricerca di senso e di pienezza della loro vita. Un invito concreto per le nostre comunità ad allargare lo spazio della nostra tenda, liberando gli adulti dall’illusione dell’autoreferenzialità e favorendo la partecipazione dei giovani alla vita sociale ed ecclesiale, nella responsabilità fedele e nel dono gratuito di sé”.

Nella settimana della tenda, pertanto, si vuole sperimentare l’esercizio dell’arte dell’ascolto e del dialogo, dell’accompagnamento e del confronto, un modo per non ingabbiare la pastorale all’interno di strutture tradizionali.

Quando sarà montata la Tenda?

Dall’8 aprile al 12 maggio 2018 ogni settimana, dalla domenica al sabato, la Tenda dell’Incontro sarà posta in una piazza o in un altro luogo di aggregazione giovanile e ogni settimana sarà “piantata” in una zona diversa del territorio diocesano.

Che cosa si farà nella Tenda dell’Incontro?

La Tenda sarà animata ogni giorno da incontri, momenti di preghiera, riflessioni, spettacoli, eventi artistici, musica e radio. La radio, che racconterà gli eventi che i giovani vivrann, sarà trasmessa proprio dalla tenda e sarà curata dai Ragazzi di Radio Panetti, un gruppo di giovani studenti dell’Istituto “Panetti Pitagora” di Bari che da diversi anni è impegnato in un’attività di radiofonia giovanile con format originali inventati e realizzati integralmente dai ragazzi.

I ragazzi troveranno inoltre dei foglietti a forma di fazzoletti, ciascuno con una domanda diversa, affinché possano scrivere una propria riflessione e poi lasciarla allo staff della tenda che provvederà a diffonderla in radio e sul web.

Nella tenda sarà attivo anche un servizio bar, secondo la dinamica del World Cafè per animare il dialogo ai tavolini.

 

Quali tematiche si affronteranno?

Le tematiche sono varie e tutte inerenti alle problematiche che le donne e gli uomini vivono quotidianamente. Il lavoro, la ricerca di senso, i legami affettivi, l’amore, il futuro, il servizio, la carità, l’Università, la famiglia, i tempi e i luoghi del divertimento.

Sarà possibile seguire le attività della Tenda dell’incontro sui Social Media?

Ogni giorno alle 15.00 è prevista una diretta Facebook di tre minuti che racconterà i momenti più salienti delle attività della Tenda. Ci saranno interviste e riflessioni che saranno diffuse sui Social e in radio, proprio su Radio Panetti.

Chi potrà partecipare a questa Peregrinatio?

I giovani, i giovanissimi, le giovani coppie, le famiglie, gli adulti che vivono un’esperienza di vita comunitaria ecclesiale, ma anche chi non vive questo tipo di esperienza o è lontano dalla vita e dall’esperienza di fede, ma ha voglia di condividere un po’ di tempo con gli altri, vuole confrontarsi, vuole conoscere.

C’è un calendario della Peregrinatio della Tenda dell’Incontro?

Sì… eccolo:

Peregrinatio

8 aprile – 14 aprile (IV Vicariato; V e XII Vicariato; Noicattaro)

15 aprile – 21 aprile (VIII Vicariato; IX Vicariato; III Vicariato; I e II Vicariato)

22 aprile – 28 aprile (VI Vicariato; X Vicariato)

29 aprile – 5 maggio (Bitonto)

6 maggio – 12 maggio (Palo del Colle; VII Vicariato; Mola di Bari)

 

Come si concluderà questa esperienza?

Per concludere questo grande evento diocesano sabato 2 giugno 2018, a partire dalle ore 9.30, ci sarà un grande Convegno che si concluderà con una veglia di preghiera alle ore 17.30. Poi a partire dalle ore 18.30, la grande festa della Gioventù concluderà un mese di cammino e di condivisione di esperienze.

Intervista a cura di Maria Raspatelli

About the Author