Per l’agibilità dei centri cottura ospedalieri chiesta l’informativa ai DG delle Asl pugliesi

Posted on by Lucio Marengo

Intervento del consigliere regionale di Sinistra Italiana/Liberi E Uguali Mino Borraccino.

“Prosegue il nostro impegno per garantire pasti cucinati freschi per i degenti e il mantenimento dei posti di lavoro del personale impiegato presso i centri di cottura ospedalieri. Con una pec urgente, inviata a tutti i Direttori Generali delle Asl delle sei province pugliesi ho chiesto loro di conoscere quali sono i centri cottura ospedalieri attivi, se sono in possesso della relativa Certificazione di Prevenzione Incendi e se hanno l’agibilità. Occorre conoscere lo stato delle cucine spedaliere, affinche si possa provvedere tempestivamente alla loro messa a norma. Come stabilito infatti nella audizione in II Commissione, da me presieduta, del 1° giugno scorso, occorre verificare l’idoneità delle cucine ospedaliere, molte delle quali ristrutturate recentemente affinchè possano essere utilizzate a tutti gli effetti, con tutte le necessarie autorizzazioni, per la preparazione dei pasti e scongiurare così l’ipotesi del cook and chill. Auspichiamo che possano essere recuperati tutti i 21 centri cottura ospedalieri presenti sul territorio regionale e venga così restituito un servizio importante per la Sanità pugliese che nel contempo dà lavoro a circa 1200 nostri conterranei”.

About the Author