Le follie del populismo grillino e la fine della democrazia costituzionale

Posted on by Lucio Marengo

Sembrano tutti arrabbiati i ministri grillini, il presidente della Camera, sono appena trascorsi corca 45 giorni del loro governo e sembra che si sentano talmente padroni del Paese, tanto di mettere in atti iniziative che loro hanno sempre criticato agli altri. Assunzioni clientelari di amici e di amici degli amici, viene minacciata la prima richiesta di fiducia in Parlamento sapendo di avere i numeri per superare l’ostacolo e fare diventare operativo il decreto di dignità, bypassando tutti gli emendamenti ed eventuali tentativi di ostruzionismo. Ecco la democrzia grillina, ma nessuno si lamenti, specie coloro  che l’hanno sostenuta. Il giovane Davide Casaleggio insiste nella profezia paterna di una democrazia diretta sulla rete web, molto redditizia ma che non tiene conto dell’alta percentuale di italiani che con il web non ha molta dimestichezza. La venetta di Beppe Grillo, in particolare modo nei confronti della Rai si compie, e si assisterà al trionfo politico e mediatico di una dittatura mascherata da democrazia diretta. Aboliranno pure le elezioni? non si sa, ma visto che gli italiani li hanno votati, ed in assenza di una vera opposizione, non resta che sperare che abbiano  ragione loro e torto noi.

                                                                                                         Lucio Marengo

About the Author