Senza categoria

Le saracinesche di Bari:Teatro Margherita, Palazzi p. Perotti, il nuovo palazzo della Regione

Chi di coltello ferisce, di coltello perisce, sono i vecchi detti che si adattano sempre a ragioni di opportunità. Dopo la saracinesca del teatro Margherita che ancora oggi fa bella mostra di se impedendo di fatto la visuale de mare da corso Vitt. Emanuele, e dopo la discutibile protesta di un gruppo di ambientalisti che nelle conseguenze della loro azione hanno di fatto provocato l’abbattimento dei rustici di Punta Perotti proprio per mano dell’attuale  governatore della Regione Puglia Michele emiliano che tra qualche mese inaugurerà una nuova saracinesca che naturalmente nessuno contesterà. Provate ad andare di sera nella zona del nuovo palazzo della Regione a Japigia, dove tra l’altro c’è un divieto di superare i 20 Km. orari e vi troverete di fronte un enorme palazzo quasi parallelo al mare. Di sera fa più effetto perchè è tutto illuminato anche quando gli uffici sono chiusi, tanto c’è Pantalone che paga, anzi i cittadini potrebbero ripetere la famosa frase di Totò: e noi paghiamo. Chissà cosa ne penseranno gli ambientalisti, ma quel palazzo proprio non ci piace. Non possiamo non aggiungere di suggerire al Governatore Emiliano di raggiungere il mare dalla fermata del metrò ubicata di fronte a torre Quetta, svoltare a destra e percorrere il lungomare dei ruderi vergognosi e della prostituzione e dire: questa è opera mia visto che per dieci anni sono stato sindaco di Bari. Ci fermiamo qui per il momento, ma dal prossimo anno cominceremo a ricordare ai baresi i fatti e soprattutto i misfatti di questa nostra città di Bari.                                                                                                                     Prf. Marengo

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy