Senza categoria

Lettera aperta al Capo dello Stato MATTARELLA:Una vergogna tutta italiana: Norcia,Cascia,Città Monte Reale,Amatrice,Accumuli,Arquata,Preci e non solo.

Nell’agosto del 2016 una violenta scossa di magnitudo  6,5 distrugge una buona parte dell’Italia centrale ivi compresa la città di Cascia e non solo.Nonostante  la mia sia stata una vita intensamente vissuta ricca di esperienze anche drammatiche, ho voluto rivisitare dopo due anni, le zone terremotate e alla mia età di settantasei anni, per la prima volta ho pianto difronte all’ennesimo fallimento della politica ma anche e soprattutto delle Istituzioni che avrebbero dovuto difendere la dignità tradita di  migliaia di sfollati che hanno dovuto  arrangiarsi a lungo nelle tende,nei moduli container con servizi igienici promiscui, fino a qualche mese  addietro quando sono state consegnate le prime casette. Ma dov’erano e dove sono ancora le Istituzioni visto che in quelle zone c’è tantissimo da fare e sembra che ci sia gente ancora ospitate negli alberghi. Lei sig. Presidente della Repubblica è la massima istituzione, quella che ci dovrebbe rappresentare tutti e che viene meno alle proprie funzioni. Torni sul posto sig. Presidente, parli con la gente e non con i rappresentanti di questa moderna politica imbarbarita dagli interessi di bottega che non sono gli stessi della gente comune che tutto sommato crede ancora nelle Istituzioni e si aspetta di essere difesa dal Capo dello Stato.                                                   Lucio Marengo

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy