Se lo stesso sistema del ricalcolo dei vitalizi venisse applicato alle baby pensioni lo Stato risparmierebbe 23 miliardi di euro e non solo 40 presunti milioni.

Posted on by Lucio Marengo

Nel 1970, la politica in vena di grandi generosità di Stato,  approvò la  Legge Rumor che consenti di andare in pensione 737 mila lavoratori dopo 14 anni sei mesi ed un giorno di servizio, riscattando lauree e servizio militare, eventuali gravidanze e università. Dipendenti con meno di trent’anni di età. Li chiamarono baby pensionati e con una pensione minima si dedicarono ad altre attività . Se la delibera de lPresidente della Camera Fico venisse applicata anche a questa categoria di privilegiati, lo stato recupererebbe oltre 23 miliardi di euro e non 40 presunti milioni di euro dai quali dovrà intendersi scorporati i milioni di euro che non potranno essere più riscossi. Vergognosa propaganda elettorale con il concorso di personaggi come il presidente dell’INPS che non spiega come è possibile che 20 suoi manager interni all’ente previdenziale percepiscono emolumenti che sono più del doppio di tante cariche dello Stato. Occorrerebbe chiedere inoltra al sempre piangente Boeri che fine ha fatto l’immenso patrimonio immobiliare dell’INPS e quello riveniente da altri enti previdenziali disciolti. Il presidente della Camera dovrebbe chiedere all’ex presidente incaricato Carlo Cottareli quanto si sperpera in miliardi per gli enti aboliti che sopravvivono con le loro sanguisughe miliardarie che sono causa di ingenti sperperi truffaldini. Ironia della sorte vuole poi che facciano più effetto i vitalizi che gli ingenti miliardi buttati al vento e che potrebbero risolvere tanti problemi.

About the Author