Il Ministro Salvini mostri riconoscenza al Sud che lo ha stravotato

Posted on by Lucio Marengo

Salvini è venuto a Bari accolto da tanta gente del quartiere Libertà, dove ha preso atto dello squallore legato alla presenza di tanti migranti spesso anche clandestini che hanno elevato quella zona di Bari a roccaforte della loro presenza e frequentemente dellel oro intemperanze. Emiliano ha parlato di provocatori, ma vogliamo fingere di non avere inteso a chi certe espressioni erano dirette. Andando via dopo aver posato per tante foto ha assicurato che la presenza delle Forze dell’Ordine sarà assicurata con la copertura economica del denaro risparmiato con la riduzione degli arrivi di altri migranti. Staremo a vedere se Salvini manterrà le sue promesse dall’odore populistico, visto che ha aggregato al suo movimento anche il gruppo abbastanza numeroso che fa riferimento all’ex consigliere comunale Luigi Cipriani, con il suo movimento “riprendiamoci il futuro” radicato particolarmente nel quartiere dove ha la sua sede. Approfittiamo della opportunità che Cipriani ha fortemente voluto per sollecitare al Vice Presidente del Consiglio e Ministro dell’ Interno a ricordare agli organi direttivi di Trenitalia che esiste un Sud ancora con i vecchi vagoni bestiame, treni malandati diretti al nord quando vengono composti in partenza da Bari. La Puglia ha diritto a viaggiare sulle Frecce dirette al nord che oggi possono essere utilizzate solo partendo da Napoli. Chiediamo pari dignità, e questo sarà il banco di prova per le prossime elezioni amministrative  per le quali sembra quasi certa la candidatura del consigliere comunale Fabio Romito. Il sindaco uscente Antonio Decaro che parla alla sua e nostra città quasi in toni trionfalistici di un Bari ridotto vergognosamente in serie D.

Prf. Marengo

About the Author