Ma il Movimento 5 Stelle non doveva ridurre il numero dei parlamentari

Posted on by Lucio Marengo

Ma ve li immaginate veramente nei panni di giovani comunisti proletari i sigg. Fico terza carica dello Stato strapagato, il vice premier Di Maio,il girovago Di Battista, il miliardario Beppe Grillo,l’altrettanto riccone Casaleggio e tanti altri tra ministri e incaricati vari? Sono stati comunque bravi nel creare una redditizia piattaforma informatica, nello stabilire in un fantomatico accordo di Governo ogni iniziativa accompagnata dal contenuto populistico in un momento di grave disagio della economia italiana con le Istituzioni al tracollo totale. Fa notizia Dire che a  un parlamentare è vitale tagliare i vitalizi mentre  poi si continua a mantenere in vita tanti enti dichiarati fallimentari e che pesano sul bilancio nazionale di tanti miliardi di euro. Anche sul numero dei parlamentari e senatori, non avevano giurato di dimezzarne proprio il numero per risparmiare circa 800 milioni di euro l’anno? Gli italiani cominciano a rendersi conto che qualcosa non quadra e ritengono più concreti gli atteggiamenti del leghista Matteo Salvini che ha puntato tutto su uno stato più autoritario che difenda prima di tuttoi confini italiani. Il banco di prova e la tenuta di questo governo si vedrà nelle prossime elezioni in Abruzzo e le prossime amministrative in molte città d’Italia.                                                                                   Prf. Marengo

About the Author