Il premier Conte portavoce di Salvini e Di Maio?

Posted on by Lucio Marengo

Fa tenerezza un professionista di valore che prima di parlare, da l’impressione di avere bisogno del benestare dei due capicorrente di Lega e 5 Stelle. E’ vero che fare comunque il presidente del Consiglio dei Ministri è importante anche se a metà servizio. Il richiamo  al Primo ministro Francese, avrebbe dovuto farlo  il suo omologo italiano,  anche per  una questione  importante di forma. Credo che nell’immediato futuro il premier italiano Conte, dovrebbe chiarire con Salvini e Di Maio quali siano i limiti della sua autorità e se il ruolo di terzo uomo possa sembrare poco dignitoso. Salvini un piccolo dittatore in pectore che piace ad una parte degli italiani è venuto già meno ai suoi impegni morali assunti proprio nei confronti di tutto il sud che gli ha tributato tanti voti da renderlo forte, al punto tale che non ci ha pensato troppo a lasciare per strada il suo alleato Silvio Berlusconi. Noi siamo molto perplessi sull’amore di Salvini per il sud, nel senso che ci crediamo poco, e che non abbiamo mai dimenticato il termine terronia per identificare questa parte d’Italia che lo ha reso Ministro nonostante nel contratto di Governo la parola Sud non risulta apparire. Durerà questo Governo? Le perplessità sono tante e noi saremo sempre vigili,

                                                                                                                                                        Ogneram

About the Author