Sale da gioco a rischio stop? Chi ci crede?

Posted on by Lucio Marengo

Ricordo a chi  conosce fatti e misfatti di questo nostro Paese, un vecchio detto barese che tradotto in italiano dice : Santa Chiara prima fu derubata e poi si protesse con una cancellata di ferro. Le cose che si verificano nel nostro amato Paese sono dette e fatte per prenderci peri fondelli, fondando la loro certezza sul fatto di poter dire il contrario della verità ed essere creduti. Sostenere che una sala da gioco debba essere obbligatoriamente ubicata ad almeno cinquecento metri di distanza dalle scuole, è un assurdità perchè praticamente inattuabile visto prima hanno lasciato che ubicassero le sale ovunque, oggi  sostengono di prevedere regole e limitazioni. La cosa bella della politica e che raramente si sbaglia e le regole vengono rimandate sempre a dopo e quasi mai attuabili oppure osservate. Sulla ludopatia poi è come con il fumo: è accertato che faccia male, lo scrivono sui pacchetti di sigarette, paventano rischi di malattie cardiache e cancerogene, ma tutti fumano regolarmente, e la beffa è rappresentata dal fatto che  l’unico responsabile di quelle malattie indicate sembra essere solo il fumo  delle sigarette italiane che sono scomparse da anni dal mercato del tabacco. Anche in questo caso la politica non ha sbagliato perchè l’obiettivo era ed è stato quello di favorire le multinazionali del tabacco estero, chissà perchè.

                                                                                                   Lucio Marengo

About the Author