Salvini e Di Maio hanno sottoscritto un contratto sulla pelle degli italiani

Posted on by Lucio Marengo

L’abolizione della prescrizione dei processi sembra essere l’ultima follia prevista da questo contratto di sopravvivenza governativa. La prescrizione adottata fno ad oggi obiettivamente per prenderci in giro, per salvare dalla graticola di una ipotetica condanna, personaggi illustri della politica e della grossa imprenditoria che governa il Paese. Sarebbe stato meglio una seria riforma che potesse prevedere tempi ravvicinati per lo svolgimento degli iter processuali, con le conclusioni che ciascun si aspettava da una Giustizia che non garantiva  più nessuno. Il Ministro della Giustizia crede veramente di risolvere i grossi problemi della Giustizia abolendo quella scappatoia che si chiama prescrizione e che è stata la risoluzione auspicata e pilotata di tanti processi. Che significa nel fatti concreti l’abolizione della prescrizione? Quanto tempo potrà durare ora un processo che renda giustizia a chi l’aspetta. Con quali giudici, con quale personale, visto che da lungo tempo non si parla altro che di carenza di strutture, di giudici,di cancellieri, di comuni impiegati che non ci sono e per molti anni  ancora non potranno esserci per la nota crisi economica che paralizza la Giustizia italiana. Prima la riforma quindi, prima le strutture, prima gli addetti ai lavori e poi con un apparato giudiziario che funzioni, potrà essere abolita la prescrizione.                                                                                                                Lucio Marengo

About the Author