Se si trova un delinquente in casa si può sparare?

Posted on by Lucio Marengo

Sembra che il rapporto tra vittima e ladro o delinquente che si introduce con dolo in casa  altrui, stia per cambiare secondo una proposta di legge presentata dal sottosegretario leghista Molteni finalizzata a chiarire in quali termini va intesa la legittima difesa. E’ previsto che il proprietario dell’abitazione o dell’esercizio commerciale debba essere ovviamente in possesso del regolare porto d’armi e avere imparato ad usare un’arma. La gente è stanca in questo nostro Paese dove la criminalità spadroneggia potendo contare su leggi permissive che sembra favorire la criminalità  sempre più spavalda ed arrogante. Credo inoltre sia giunto il momento che la politica comincia amettere mani su una rivorma della magistratura e del codice penale, prevedendo con celerità la separazione delle carriere e dei ruoli tra magistratura inquirente e quella giudicante. Nessuno vorrebbe farsi giustizia da soli, ma questo Stato divenuto impotente deve necessariamente mettere in atto ogni tipo di tutela della incolumità dei cittadini soprattutto in casa propria dove la certezza del diritto è e deve rimanere irrinunciabile. Basta con il buonismo e con la morale da salotto.

                                                                                                                                            Reip Ogneram

About the Author