I simpatizzanti della destra che fu hanno smarrito la strada

Posted on by Lucio Marengo

Tanti italiani, specie al sud nelle ultime elezioni politiche hanno stravotato per la Lega di Salvini ed per il Movimento 5 Stelle, crollo degli altri partiti della presunta destra e della ancora più presunta sinistra. Fino al 1996 il voto politico era anche legato alla notorietà del candidato cioè alla conoscenza che vedeva il candidato chiedere il voto di preferenza che lo costringeva a rimanere legato al territorio. Dopo il 2001 grazie alle pressioni di Berlusconi,Dalema, Fini ed altrisi cambiò metodo di voto che privò gli italiani dell’unica arma nelle mani, cioè, ilvoto di preferenza. consegnando nelle mani dei leaders di tutti i partiti il potere di fare nominare chiunque si inginocchiava da loro e assicurava fedeltà eterna (si fa per dire). Dalla politica dei grandi personaggi politici ai padroni dei partiti. Oggi abbiamo partiti e movimenti senza storia, cambiare è di moda e non crea alcun problema. Spesso incontro ex simpatizzanti di Alleanza Nazionale che si fece intrappolare dall’astuzia di Silvio Berlusconi che indusse  Gianfranco Fini a svendere un grande partito con tutta la sua storia, facendo poi la fine che tutti sappiamo e l’isolamento politico, biasimato da tutti.Chi poteva ridare fiato ad Alleanza Nazionale riveduta e corretta avrebbe potuto essere Maurizio Gasparri che Pinuccio Tatarella aveva in grande considerazione, ma evidentemente non ne ha avuto il coraggio. Eppure sono convinto che se lo stesso Gasparri organizzasse una convention con tutti gli ex parlamentari e dirigenti, aperta a tanti simpatizzanti vaganti senza meta,potrebbero esserci grandi sorprese.

                                                                                                Ogneram Oicul

About the Author