Il sindaco di Bari ci augura buone vacanze con la nuova tassa dei rifiuti da pagare

Posted on by Redazione Metropoli Notizie

Non c’era migliore maniera per farci pagare magari qualche mese prima questa benedetta tassa dei rifiuti solidi urbani per i quali dovremmo essere noi a richiedere un risarcimento danni per le condizioni di invivibilità di questa nostra bella città di Bari appestata dal fetore che emanano quei  cassonetti sempre sporchi e inavvicinabili che troviamo nei pressi delle nostre abitazioni e che non vengono mai lavati.Il CDA dell’Amiu dovrebbe essere dimissionato, e poco interessa se tra i lavoratori ce ne sono alcuni che hanno poca voglia di lavorare in un momento in cui un posto di lavoro è un obiettivo ambito. A proposito, come vengono assunti i dipendenti dell’Amiu? cosi come quelli dell’Amgas, dell’Amtab. Decaro non usi il linguaggio politichese per spiegarcelo e soprattutto nessuno pensi che siamo un popolo di imbecilli. La nostra è una strana società, amano tutti lamentarsi, ma al momento di assumersi le proprie responsabilità c’è poca gente disposta a collaborare ricordando che i cittadini hanno diritti e doveri, cioè pretendere per esempio una città pulita ma sentire di conseguenza il dovere di riporre con la necessaria cautela i nostri rifiuti solidi urbani nei cassonetti, nelle ore prescritte, praticando la raccolta differenziata, cioè collaborando così com’è giusto ma a quel punto pretendendo che l’Azienda partecipata faccia il suo dovere imponendo ai propri dipendenti a fare ciò che compete loro. A proposito quando è previsto che si possa ripetere Bari Pulita?

About the Author