Tante telecamere in città, ma quante ne funzionano?

Posted on by Lucio Marengo

Tutto si può dire di Decaro, tranne che il comune di Bari sia avaro nello spendere  denaro in telecamere per  andare incontro alle esigenze di una città che esige sicurezza specie nelle zone periferiche della città, o nei sottopassaggi delle ferrovie o in certi sorpassi dove transitare anche di corsa è un rischio notevole. Invitiamo i consiglieri di una fantomatica opposizione al comune di Bari, a farsi una passeggiata lungo il corridoio a rischio del sottopasso di via Brigata Regina, zozzo fino all’inverosimile, costato un mare di soldi ma inefficiente subito dopo essere stato inaugurato. Il sottopasso di Via Dieta di Bari, di corso Sonnino, di via Card, Balestrero  neipressi di ParcoPerotti, Corso sonnino nei pressi di via via Imperatore Traiano,pericoloso specie di sera perchè percorso anche dalle motorette che usano gli scivoli per i disabili. Le telecamere ci sono ma non funzionano e quindi è come se non ci fossero. C’è poi il sottopasso difronte a Torre  Quetta dive la sera accade di tutto. Ricordo al sindaco di Bari il pericolo di via pantaleo dove una strada stretta che può consentire il passaggio di una sola auto per volta è a doppio senso di circolazione e quindi estremamente pericolosa. Dove le farà installare le nuove cento telecamere e chi si curerà del loro funzionamento? Una domanda al bravo Decaro: Speriamo di no, ma se un uomo oppure una donna venissero aggrediti nei sottopassi, chi si accorgerebbe dell’aggressione e quanto tempo occorrerebbe  perchè i malcapitati possano avere l’aiuto necessario? La risposta la conoscerei, e sicuramente la conoscono tutti.

About the Author