Terremoto in Messico: 33 vittime ufficiali. Padre Narváez (Cem), “Siamo tra due fuochi. Chiesa già attiva”

Posted on by Antonio Curci

Padre Rogelio Narváez al Sir: “Una scossa fortissima, forse la più forte della storia, si è sentita benissimo”

Sale a 33 il numero delle vittime ufficiali del terremoto in Messico. Padre Rogelio Narváez, segretario esecutivo della pastorale sociale – Caritas della Chiesa messicana, al Servizio di Informazione Religiosa ha dichiarato: “È stata una scossa fortissima, forse la più forte della storia, si è sentita benissimo a Città del Messico, a 750 chilometri di distanza, ed ha fatto danni in molti Stati e in zone popolose. Sicuramente il bilancio delle vittime è destinato a crescere”.

Padre Rogelio afferma che “è ancora presto per avere un attendibile bilancio dei danni, abbiamo pochissime informazioni, ma ci siamo già messi in contatto con la Caritas internazionale. E sicuramente sul territorio la Chiesa messicana è già attiva per soccorrere le popolazioni colpite”. Il segretario della pastorale sociale è preoccupatissimo per la situazione di tutto il Paese: “Siamo presi tra due fuochi! Nella costa pacifica il terremoto, che colpisce gli Stati del Chiapas, Oaxaca, Guerrero… Ad Est il ciclone che sta arrivando e coinvolge gli Stati del Golfo del Messico, come Veracruz, Campeche, Tabasco…”.

Tornando alla situazione sul territorio, padre Rogelio informa che “è al momento venuta meno l’allerta tsunami, come ha detto Carlos Gutierrez Martinez, direttore del Centro nazionale di prevenzione disastri. Possibili altre scosse di assestamento fino a 7 gradi Richter. Nello Stato di Oaxaca i principali danni riguardano l’istmo di Tehuantepec, dove si concentra il maggior numero di vittime (23). In particolare è coinvolto il municipio di Juchitán de Zaragoza (17 vittime), dove molti edifici sono crollati, tra cui un albergo. È anche esplosa dopo il terremoto una vicina raffineria. Nel Chiapas la situazione di emergenza riguarda 122 municipi e le vittime sono 7. In particolare, a San Cristobal de las Casas tre persone sono morte e ci sono danni a ospedali e scuole. Due bambini sono morti nello Stato di Tabasco”.

Proprio il Tabasco è uno degli Stati colpiti anche dall’uragano Katia: “Fin dalle 3 del mattino è iniziato a piovere intensamente. Nello Stato di Veracruz manca l’energia elettrica”.

About the Author