Tutti i bambini hanno diritto all’accoglienza,alla cittadinanza e all’integrazione

Posted on by Lucio Marengo

A New York, il 20 novembre 1989, fu firmata la Dichiarazione Universale Onu sui diritti del Fanciullo e, con la legge n. 176 del 27 maggio 1991, anche il Parlamento Italiano firmò la sua ratifica ed esecuzione. 
Ogni anno, il 20 novembre, i Garanti di tutta Italia celebrano quella importante giornata con apposite manifestazioni affinché nessuno la dimentichi e siano adottati quei tutti i provvedimenti legislativi, amministrativi e altri, necessari per attuare i diritti riconosciuti dalla Convenzione stessa. 
Tra gli articoli ve ne è uno che afferma: “Il diritto all’accoglienza alla cittadinanza e all’integrazione è riconosciuto ai bambini in tutto il mondo specialmente quando essi fuggono da paesi in difficoltà, preda di carestie , fame e guerre”. 
“Io penso che il nostro ruolo”, dichiara il Garante regionale Ludovico Abbaticchio, “non può fermarsi solo alle celebrazioni e per questo, in sintonia con quanto espresso dal Garante regionale della regione Calabria, dichiaro la mia preoccupazione ed il mio disaccordo in merito al provvedimento del Ministero dell’interno che sposta i minorenni di Riace in altre località. Non è sufficiente l’aver introdotto l’espressione, volontario, in riferimento all’allontanamento, in quanto creerebbe ugualmente un trauma ai minori che a Riace frequentano regolarmente la scuola, hanno una casa e profonde relazioni con i minori della comunità riacese”. 
“La mia posizione” – dichiara Ludovico Abbaticchio – “non vuole entrare nel merito dell’inchiesta, ed è rispettosa dell’autonomia e del lavoro della Magistratura ma vuole affermare un diritto”. 
About the Author