Un fine settimana in Calabria per una vacanza da ricordare

Posted on by Lucio Marengo

Provare per credere per dire: meglio dalle nostre parti dove  il mare è bellissimo e incontaminato, ci sono e montagne della Sila a poco più di duecento chilometri, la gastronomia è ovunque eccellente, si possono visitare santuari meravigliosi e tantissime altre attrazioni turistiche senza percorrere le tante lunghe distanze per raggiungere le montagne dell’Abruzzo e ancora più su verso il Trentino.Abbiamo fatto una comune esperienza in gruppo perle vacanze di Pasqua, partendo da Bari verso Villapiana in provincia di Cosenza, comune sul mare, bellissimo,ordinato,molto attivo alloggiando per quattro notti in un Bed&Breakfast al costo di 50 euro per ogni pernottamento in coppia.In quattro giorni abbiamo potuto visitare posti molto belli, oltre le passeggiate lungo gli arenili di molti chilometri. Raccontare delle nostre escursioni, occorrerebbe tanto spazio ma sintetizzerò. Abbiamo visitato Sibari, una delle più antiche e grandi città dellaMagna Crecia, Cerchiara di Calabria dove è ubicato il suggestivo santuario della Madonna delle Armi eretto nel XII secolo a 110 metri di altitudine in un luogo di una bellezza sconvolgente. Siamo stati poi come meta quasi obbligata, a Camigliatello Silano ed ancora più su fino a circa 2000 metri di Altitudine, Civita con le sue gole formate dal fiume Raganello, e tante altre altre passeggiate, ma soprattutto tanta buona gastronomia a base anche di peperoncino e carne di maiale. Una vacanza poco stanchevole, a meno di duecento chilometri, nel nostro sud, a prezzi possibili.

About the Author