Viaggiare soggiornando in alberghi religiosi? Ecco come fare

Posted on by Antonio Curci

casa religiosa

Esiste un’altra ricezione alberghiera. E’ quella gestita da organizzazioni ecclesiastiche o affini. L’offerta ricettiva messa a disposizione per l’estate del 2017 sarà di 1200 strutture con circa 90mila posti letto in tutta Italia. Sono le case di ispirazione religiosa messe a disposizione dei vacanzieri e censite dal portale www.ospitalitareligiosa.it.

L’offerta è disponibile in tutta  la penisola con 143 case sul mare, 271 in montagna e le restanti nelle città d’arte e in luoghi più isolati.

Il turismo nelle case religiose è un altro modo di viaggiare. Tra i servizi disponibili, 519 case sono accessibili ai disabili, 171 offrono a chi lo desidera un’assistenza religiosa, 866 sono gli impianti sportivi fruibili e 771 quelle dotate di sale riunioni e wi-fi.

Chi offre servizi di ricezione alberghiera in queste strutture, spiega Fabio Rocchi, presidente dell’Associazione Ospitalità religiosa italiana, considera il turista come”persona e non come cliente”, instaurando un clima di accoglienza diverso rispetto alle pensioni e agli alberghi tradizionali.

Chi volesse organizzare un viaggio, soggiornando in una di queste strutture, può farlo direttamente sul portale www.ospitalitareligiosa.it,senza intermediazioni di agenzie. Ospitalità e accoglienza religiosa in Italiaè un sito no-profit che consente di contattare direttamente le case, godendo quindi di prezzi più vantaggiosi.

About the Author