Bari

A cosa serve un politecnico importante se poi i giovani professionisti fuggono da Bari dopo la laurea?

Il prof. Di Sciascio, l’atteso vice sindaco della città di Bari, con un incarico che sicuramente dovrebbe riguardare lo sviluppo urbanistico della città, ha finalmente esplicitato la sua disponibilità a tale incarico, nella speranza che da assessore faccia quello che non ci sembra abbia fatto quando era rettore.

Quanti sono i nostri giovani che ogni anno raggiungono l’obiettivo di una laurea? Quante possibilità di inserirsi nel difficile mondo del lavoro di casa nostra? Quanti hanno la possibilità attraverso gli studi di ingegneria o le imprese “amiche” di essere coinvolti?

A che serve un assessore tecnico se poi magari come è accaduto in passato quando si è trattato di realizzare opere pubbliche di di modesta importanza ci si è rivolti almeno in apparenza a nomi cosiddetti celebri come Boigas, Fuksas ed altri.

In altri politecnici in Italia i laureati vengono seguiti e magari coinvolti in concorsi di idei progettuali. Bari è ferma urbanisticamente, la città è in stato di abbandono, ci sono da realizzare importanti opere pubbliche come la cittadella giudiziaria, il lungomare sud di Bari, ed altro. Possiamo questa volta sperare nel coinvolgimento dei bravi tecnici di casa nostra? Lo speriamo.

Related posts

Rifiuti, M5S, l’emergenza è dovuta alla mancata programmazione

Redazione Metropoli Notizie

Barca scafisti diventa biblioteca per giovani a rischio Bari

redazione@metropolinotizie.it

“Giovani in Consiglio: da osservatori a protagonisti”, al via il bando per il progetto 2019-2021

redazione@metropolinotizie.it

Primo volo Iberia Express Bari-Madrid

redazione@metropolinotizie.it

LA RICOMPENSA DELL’AVVOCATESSA DELLE FSE

redazione@metropolinotizie.it

Una bad company per Ferrovie del Sud Est?

redazione@metropolinotizie.it

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy