Puglia

A.Mittal: Fim, riassumere 300 in appalto

‘201 licenziati da Castiglia a settembre, altri 100 in ottobre’

In vista del cambio di imprese nell’appalto servizi e pulizie di ArcelorMittal al siderurgico di Taranto, la Fim Cisl chiede un incontro alla direzione “ma soprattutto chiediamo a tutte le nuove aziende appaltatrici subentranti di farsi carico del personale attualmente in forza”.


Lo sollecita con una nota “dopo il mancato accordo sul licenziamento avviato dal gruppo Castiglia per 201 dei 264 dipendenti impiegati nel siderurgico”. Da un incontro ieri tra sindacati e azienda Castiglia è emerso che, oltre ai 201 licenziati, “ci sono ulteriori 100 contratti in scadenza tra settembre e ottobre 2019”.


Nell’ambito della razionalizzazione di ArcelorMittal, prosegue il sindacato, la Castiglia di Massafra, “presente nell’ex Ilva da oltre dieci anni con circa 400 dipendenti”, già danneggiata da “mancati pagamenti di Ilva Spa (prima del commissariamento), è costretta a lasciare a fine settembre.


Dall’1 ottobre subentreranno Alliance Green Service Italia, Ecologica spa, Evoluzione ecologica, Mad, Ags Italia e Sea”.

Fonte: ANSA

Related posts

Laboratori di analisi, Marmo: “Emiliano revochi la delibera che permette alle multinazionali di ricattare le piccole realtà della Puglia”

redazione@metropolinotizie.it

Conferenza stampa di Senso civico

Redazione Metropoli Notizie

De Leonardis: “Sofim scippata, intervengano il governo regionale e quello nazionale”

redazione@metropolinotizie.it

Consiglio regionale: sì alla legge per la promozione dell’utilizzo di idrogeno

redazione@metropolinotizie.it

Ferrovie Sud Est, Morgante: “Esercito penalizzato”

redazione@metropolinotizie.it

Ginecologia ospedale San Paolo, Damascelli: “Penalizzata da carenza di personale e strumenti obsoleti”

redazione@metropolinotizie.it

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy