Politica Puglia

Adozioni. Laricchia (M5S): “ La Regione Puglia può e deve fare molto di più per supportare le famiglie”

Sono passati sei mesi da quando abbiamo depositato una interrogazione rivolta agli assessori regionali al Welfare e alla Formazione, Salvatore Ruggeri e Sebastiano Leo, per conoscere lo stato dei lavori del Coordinamento Regionale per l’Adozione, maancora non è pervenuta alcuna risposta”, Così la consigliera del Movimento 5 Stelle Antonella Laricchia, che torna a chiedere risposte sullo stato di attuazione del Tavolo CRAD  per garantire l’omogeneità degli interventi relativi ai percorsi per le adozioni. 

 “Posto che alla Regione spetta il compito – dichiara Laricchia – di vigilanza sul funzionamento degli Enti e di promuovere la formazione degli operatori impegnati, continuiamo a chiederci quali siano le  attività in corso e gli interventi programmati per promuovere le adozioni. Inoltre, abbiamo suggerito alla Giunta di prevedere anche altri strumenti, ad esempio dei voucher, per promuovere la formazione degli operatori. La Regione può e deve fare molto di più – spiega Laricchia –  prendendo esempio anche da altre Regioni come il Piemonte, che promuove incontri e corsi di formazione rivolti alle coppie che hanno intrapreso l’iter dell’adozione internazionale; oppure supportare i servizi sociali comunali, spesso insufficienti  e sensibilizzare maggiormente la collettività al tema delle adozioni. La regione Sardegna, invece, stanzia contributi per le adozioni internazionali e per sostenere le coppie nelle pratiche che spesso hanno costi piuttosto elevati”. 

 L’impegno del Movimento 5 Stelle continua anche in Parlamento. La deputata M5S Barbara Florida ha presentato pochi giorni fa una proposta di legge che ha l’obiettivo di uniformare e sburocratizzare le procedure di adozione, nonché dare un sostegno economico alle famiglie che adottano. In particolare, questa legge metterebbe finalmente in rete i Tribunali dei Minorenni di tutta Italia, in modo da allargare la platea di famiglie che vogliono adottare in Italia, sul tutto il territorio nazionale e non solo su quello di competenza dello specifico tribunale, aumentando le possibilità ai bambini di trovare una famiglia. 

Purtroppo, il tema delle adozioni, nazionali e internazionali è ancora troppo di nicchia e tocca la sensibilità di pochi. Vorremmo – conclude la consigliera – che Emiliano e questa Giunta dessero un segnale di serio interessamento e impegno verso quelle famiglie che sono disponibili a donare il proprio amore a bambini che ne hanno bisogno. Le lunghe attese, la pesante burocrazia e l’assenza di strutture e assistenza adeguate allungano l’agonia di queste famiglie. In un periodo storico in cui si discute tanto di misure per sostenere le famiglie e calo delle nascite, è fondamentale aiutare chi ha scelto percorsi alternativi”.

/comunicato

Related posts

Ex Ilva: la Procura ordina lo spegnimento dell’Altoforno 2

redazione@metropolinotizie.it

Mario Conca: nel 2018 la spesa farmaceutica ospedaliera e territoriale ha sforato il tetto massimo per oltre 51 milioni di euro.

redazione@metropolinotizie.it

Le mafie si combattono partendo dal Nord

Redazione Metropoli Notizie

Soppressione autobus da Mottola all’ex Ilva. Galante incontra FSE: “Impegno per monitorare le corse e rimodulare orari”

redazione@metropolinotizie.it

Tangenti,arrestati agenti e imprenditori

redazione@metropolinotizie.it

De Leonardis: “Per Emiliano più importante la festa di compleanno del Consiglio regionale”

redazione@metropolinotizie.it

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy