Politica Puglia

Agricoltura. Casili: “Per l’incapacità di Emiliano i giovani che vogliono investire nel settore devono andare fuori”

“Con quale faccia l’impavido Presidente Michele Emiliano giustifica i fallimenti perpetrati in questa sua sciagurata legislatura a danno dell’agricoltura pugliese? Come può un Governatore che non è stato capace di utilizzare e spendere le risorse pubbliche messe a disposizione nel PSR, parliamo di oltre 1,6 miliardi di euro, presentarsi di fronte agli agricoltori per manifestare garanzie che non può offrire neanche a se stesso? Purtroppo le conseguenze della sua incapacità le paga tutta la Puglia, in special modo la provincia di Lecce che sconta una crisi epocale che ha cancellato di fatto il settore olivicolo.

Per non parlare dei giovani che hanno provato a fare impresa in Puglia, che si sono trovati a sbattere di fronte ai macroscopici errori di un governo regionale che ha bloccato i più importanti bandi per gli investimenti in agricoltura”. Lo dichiara il consigliere del M5S Cristian Casili commentando i dati del rapporto Svimez. 

“L’analisi è impietosa – continua Casili – e dimostra la totale mancanza di programmazione della Puglia in un settore che per la nostra regione dovrebbe essere trainante. I bandi per il primo insediamento, cioè quelli che avrebbero dovuto offrire un’opportunità concreta ai nostri ragazzi per fare investimenti e far crescere l’occupazione, si sono dimostrati una chimera, su oltre 5000 domande meno 800 vedranno la luce, con la spada di Damocle delle sentenze del TAR che incombe su molte misure e che con ogni probabilità ci porterà dritti dritti al disimpegno e quindi alla perdita di risorse che restituiremo a Bruxelles.

Come non ricordare le misure agroambientali sui muretti a secco che gridano vendetta? Di quelle risorse la maggior parte sono finite altrove, lasciando a secco il salento che ha urgenza di rigenerare il suo paesaggio colpito dal disseccamento dei nostri ulivi. Si potrebbe purtroppo continuare all’infinito, ma il governatore prima di aprire la bocca farebbe bene a cospargersi il capo di cenere ed evitare di continuare a mortificare i nostri agricoltori – conclude – con le sue vergognose giaculatorie”. 

/comunicato

Related posts

Emergenza-urgenza, Blasi: “Che fine ha fatto l’Areu? Da oltre 5 mesi si attende in Consiglio il Ddl approvato in Commissione

redazione@metropolinotizie.it

Il potere logora chi non lo ha e chi teme di perderlo.

Redazione Metropoli Notizie

A.Mittal: Di Maio, immunità non c’è più.

redazione@metropolinotizie.it

Sede Consiglio regionale, M5S: “Spesi quasi 90 milioni di euro e già non funzionano bagni e ascensori”

redazione@metropolinotizie.it

Conca (M5S) su Emiliano. “Mi querela e non sa neanche il perchè. La confusione regna sovrana”

redazione@metropolinotizie.it

ArcelorMittal: arriva immunità. No da Mise

redazione@metropolinotizie.it

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy