Puglia

Arcelor Mittal, a rischio anche i lavoratori dell’indotto.

L’appello del consigliere regionale di Direzione Italia, Renato Perrini, ai colleghi tarantini per una mobilitazione a difesa del territorio.
“Facciamo bene a interessarci e preoccuparci per i 1.400 ai lavoratori ex Ilva, ora Acelor Mittal, che dal 1 luglio andranno in Cassintegrazione, le rassicurazioni della società non devono farci stare tranquilli, ma ci sono altri lavoratori che non dobbiamo dimenticare, sono quelli dell’indotto. Sono circa 5.000 persone, vale a dire 5.000 famiglie per lo più tarantine che vivono indirettamente dallo stabilimento. 
“Mi giungono voci, infatti, che Acelor Mittal stia via via liquidando queste piccole e medie aziende tarantine affidando lavori interni al siderurgico, per lo più di manutenzione, a società del Nord o interne alla multinazionale. Insomma, la dirigenza dell’Acelor Mittal considera Taranto una terra di conquista in tutti i sensi: si è aggiudicata l’acquisto del più grande siderurgico d’Europa, ha imposto le assunzioni e ora la cassintegrazione, sta facendo letteralmente fuori le aziende e quindi i lavoratori dell’indotto e non sappiamo ancora a che punto sono le bonifiche che spettano a loro. 
“A me tutto questo non sembra non solo regolare, ma MORALE. Per questo invito i consiglieri regionali tarantini a fare squadra a favore del territorio, non perdiamo tempo se non vogliamo che oltre il danno ci tocchi una clamorosa beffa!”

/comunicato

Related posts

Blasi: “L’Oasi ‘Bosco Serra dei Cianci’ è un patrimonio da proteggere e valorizzare. La giunta riveda il Piano faunistico regionale 2018-2023”

redazione@metropolinotizie.it

Un libro accusa le Big Four: «Tra conflitti d’interesse e guadagni facili, PwC, Kpmg, EY e Deloitte hanno tradito la loro anima»

redazione@metropolinotizie.it

Un ragno “vedova nera” punge 50enne. Antidoto giunto da Milano a Barletta con un volo di linea lo salva.

redazione@metropolinotizie.it

Disabili e sport, Perrini: “Ieri sera ho realizzato il sogno di Gianluca, ma la Regione deve creare condizioni reali”

redazione@metropolinotizie.it

Blocco dei reimpianti. Casili: “Non solo vincoli paesaggistici, ma mancanza di un progetto di rigenerazione del territorio”

redazione@metropolinotizie.it

SOPPRESSI TRENI REGIONALI BARLETTA-BARI NEL PERIODO ESTIVO, DAMASCELLI (FI) PRESENTA INTERROGAZIONE: “GRAVE DISAGIO PER GLI UTENTI”

redazione@metropolinotizie.it

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy