Bari Cronaca

Bari, investita dalla vicina di casa mentre era in bici: 18enne muore dopo due giorni di agonia

La giovane era stata tamponata e aveva sbattuto la testa a terra. Lʼappello di una mamma al sindaco Decaro: “Basta tragedie”

E’ stata dichiarata la morte cerebrale per la 18enne investita a Bari dalla vicina di casa. La giovane, Giorgia Soriano, era in bici quando è stata tamponata dall’auto guidata da una 29enne, sua vicina di casa, e, cadendo, aveva battuto violentemente la testa a terra. Le sue condizioni erano apparse subito disperate e dopo due giorni di agonia alla fine è morta.

I genitori hanno autorizzato l’espianto degli organi. Intanto una mamma del quartiere lancia un appello al sindaco di Bari: “Le auto lì corrono troppo: metta dossi, basta tragedie”.

L’incidente: Secondo quanto ricostruito dagli agenti della Polizia locale di Bari, l’8 agosto la bici e l’auto transitavano nella stessa direzione in via Speranza, strada che collega internamente Santo Spirito a Palese. Per cause da accertare, l’auto ha tamponato il mezzo a due ruote. Sul posto è intervenuta un’ambulanza del 118 che ha soccorso la giovane apparsa da subito in condizioni critiche.

Trasferita subito in ospedale, la ragazza è stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico alla testa, ma nella giornata di sabato 10 agosto la situazione è precipitata. Quando è stata dichiarata la morte cerebrale, i genitori hanno acconsentito alla donazione degli organi.

L’appello di una mamma al sindaco Decaro“Salve Sindaco, – si legge in un post su Facebook indirizzato al primo cittadino di Bari Antonio Decaro dopo la notizia della morte della 18enne, – la giovane vita di una ragazza in bicicletta è stata appena falciata dalla velocità e l’utilizzo alla guida del cellulare da parte di un’automobilista. E’ accaduto in via Francesco Speranza tra Palese e Santo Spirito”.

Per poi arrivare all’appello: “Da residente e mamma di un ragazzo che ogni giorno percorre in bici quel tratto di strada, le chiedo di provvedere con bande rumorose o dossi che facciano rallentare le auto, abituate a sfrecciare”.

Fonte: TGCOM

Related posts

Omicidio stradale: un arresto a Taranto

redazione@metropolinotizie.it

L’Aeronautica militare sempre pronta nelle operazioni di pronto intervento e pronto soccorso.

redazione@metropolinotizie.it

Decaro finge di non conoscere quali sono i doveri di un sindaco

Redazione Metropoli Notizie

Il polo della Giustizia nelle ex Casermette: quando, come e quanto costerà?

Redazione Metropoli Notizie

Galleria Pavoncelli bis: tutto pronto per portare l’acqua in Puglia.

Redazione Metropoli Notizie

Siglato l’accordo per realizzare una banchina per pattugliatori e porto turistico

Redazione Metropoli Notizie

Questo sito utilizza cookie per finalità esclusivamente tecniche. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy